Densità dei contenuti e Il maiuscolo e gli allineamenti

Ecco il sesto capitolo dell’articolo: Scrivere e disporre i contenuti per il web

6.1. La Densità dei Contenuti

La densità dei contenuti testuali deve essere quella suggerita dal buonsenso. Un sito andrebbe riguardato come un terreno da lottizzare: un insieme troppo elevato di contenuti, una compattezza esagerata, lo rendono confuso e di non facile leggibilità. Allo stesso modo, una prevalenza degli spazi bianchi sui contenuti disorienta l’utente. Per separare le sezioni di testo fra loro usa preferibilmente spazi bianchi anziché linee e barre: infatti, dal punto di vista visivo, lo spazio vuoto appare senz’altro più piacevole. Anche lo spazio bianco rappresenta uno dei “segnali”, di cui si è parlato prima.

Non creare pagine troppo dense di contenuti, ma rendi la lettura e la ricerca delle informazioni gradevole separando i temi opportunamente.

Questi ultimi principi sono spesso disattesi anche da siti di estrema rilevanza. Per esercizio visita il sito di un qualsiasi quotidiano e analizza come sono inseriti i contenuti, se spazi, densità e segnali sono correttamente utilizzati.

6.2. Il maiuscolo e gli allineamenti

Il maiuscolo riservalo ai soli titoli.

COME PUOI CONSTATARE CON I TUOI OCCHI È MOLTO PIÙ DIFFICILE DA LEGGERE E COMPRENDERE, PERSONALMENTE LUNGHI TESTI TUTTI IN MAIUSCOLO MI DISORIENTANO PROFONDAMENTE.

Non utilizzare il maiuscolo se non per i titoli, rende molto difficile la lettura.

In sostanza il maiuscolo rallenta ed affatica la lettura.

Allinea i contenuti tutti a sinistra quando possibile. Con i css è anche molto semplice ottenere del testo giustificato (noto però molto spesso che la giustifica, oltre a causare, talvolta, errori piuttosto evidenti nei layout tableless, pur essendo molto piacevole da vedere nell’insieme, rende la lettura più difficoltosa. Per quanto mi riguarda evito di utilizzarla, ma non me la sento di proporre una regola generale.

Il testo centrato, invece, rende più leggibili i titoli.

Quanto alla separazione dei contenuti, utilizza una riga vuota piuttosto che l’indentatura (rientro).

Utilizza sempre liste ed elenchi puntati o numerati quando necessario! Così facendo favorisci la comprensione e l’immediatezza della lettura e migliori l’accessibilità della pagina. Le liste si dividono in elenchi non ordinati (tag UL), ordinati (tag OL) e in elenchi di definizioni (tag DL, DT e DD). Se ami creare pagine che seguono gli standard ricorda che i menù di navigazione possono essere trasformati in liste e, con l’uso dei css, possono diventare attraenti quanto quelli realizzati in javascript o dhtml.

Questi segnali di riconoscimento sono duplicemente importanti: da una parte permettono di ottenere la sintesi di concetti tra loro correlati, dall’altra, trattino, pallino, numero e rientro garantiscono un impatto visivo molto efficace.

Per concludere, non dimenticare mai il tuo obiettivo: devi aumentare la scorribilità del testo.

Già usciti:

1. Criteri di raccolta delle informazioni – scrivere per il web
2. Il linguaggio da utilizzare – come rivolgersi all’utente
3. La correzione del testo – organizzazione interna delle pagine web
4. Intestazione di pagina
5. I segnali di riconoscimento – strutturare la pagina

In uscita:

7. Lunghezza della pagina – margini della pagina

One Comment

  1. » Scrivere e disporre i contenuti per il web - Web Marketing e Posizionamento

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.