E-Commerce: piccoli investimenti per migliorare l’esperienza cliente sul tuo store online

Se hai un sito eCommerce dovresti avere tra le tue priorità quella di ottimizzare l'esperienza cliente. Prima ancora di preoccuparti di generare traffico verso il sito, pensa a tutti quei piccoli investimenti (che comportano spesso un impegno di poche ore e un budget limitato) che possono aiutarti ad aumentare l'efficacia delle tue pagine prodotto. In questo post di Kane Jamison, l'autore si focalizza sull'importanza dell'ottimizzazione delle schede prodotto attraverso la riscrittura dei testi e l'uso di foto di qualità e video esplicativi, senza mai sottovalutare l'importanza cruciale delle recensioni dei clienti.

Almeno una o due volte al mese mi capita di parlare con i proprietari di piccoli eCommerce che vorrebbero investire in Content Marketing e mi trovo spesso a dover dire loro che non sono ancora pronti.

Prima di impiegare il vostro tempo per generare traffico in target, è necessario che offriate agli utenti la migliore esperienza di navigazione possibile sul vostro store online.

In questo post voglio suggerire ai proprietari di eCommerce e ai neofiti del settore, come investire il proprio tempo e denaro prima ancora di pensare a come generare traffico a pagamento e organico verso il proprio sito. Molti degli investimenti suggeriti richiedono poche ore del vostro tempo e poche migliaia di dollari da investire. Con queste piccole attività potrete aiutare il vostro sito in termini di conversioni, SEO e altro ancora.

 

Da dove cominciare?

  • Riscrivere le descrizioni prodotto più deboli
  • Inserire foto prodotto di alta qualità
  • Preparare lookbooks e collezioni prodotti
  • Inserire video sull’uso dei prodotti
  • Aggiornare il processo di acquisizione delle recensioni

Vediamo in dettaglio questi punti valutando in maniera pratica e con esempi reali il modo in cui potrebbero aiutarvi a migliorare il vostro store online.

1. Riscrivi le descrizioni prodotto più carenti

La scheda descrizione prodotto deve concentrare in sintesi tante informazioni (dettagli, caratteristiche e benefici del prodotto). Nella stesura delle descrizioni spesso si commettono degli errori: se rispondi “no” a tutte le domande seguenti, possibilmente hai qualcosa da migliorare nella tua scheda prodotto.

1) Il copy della tua attuale pagina prodotto parla solo al tuo cliente ideale?

Se hai già costruito Personas che rappresentano il tuo acquirente tipo accertati che il tuo copy si rivolga direttamente a lui, con i suoi punti deboli, le sue necessità e i suoi interessi. Se le descrizioni sono piatte e non specifiche, è come se fossero rivolte a tutti genericamente e quindi non possono essere efficaci.

Parlare al tuo cliente ideale -> In quest’esempio, il sito 4moms propone un seggiolone per bambini concentrandosi sulle tre cose che più potrebbero interessare all’acquirente ideale: autoregolazione della seduta, sistema anti rovesciamento pappa e pulizia facile.

esempio di scheda prodotto su sito ecommerce

2) Il tuo copy si concentra sui benefici piuttosto che sulle caratteristiche?

Puoi elencare le caratteristiche di un prodotto per una giornata intera ma ai consumatori interessa principalmente sapere in che modo questo prodotto renderà loro la vita migliore!

La pagina di vendita dello speaker Amazon Echo fa una cosa intelligente focalizzandosi non tanto sulle caratteristiche del prodotto quanto sulle cose fighe che puoi fare utilizzandolo:

ecommerce: esempi di copy focalizzato sui benefici

3) Descrivi il prodotto con le stesse parole che usano i tuoi clienti?

Usando lo stesso linguaggio che usano i tuoi clienti, riuscirai facilmente a comunicare in un modo che suonerà loro naturale e che riuscirà a toccare i loro punti critici. Un modo semplice per trovare le parole giuste da usare è quello di dare un’occhiata alle recensioni che i tuoi clienti hanno lasciato a voi e ai vostri principali competitor. Leggi con attenzione le parole e le frasi che usano più spesso e costruisci le tue descrizioni usando proprio il loro modo di esprimersi e le loro parole.

La scorsa settimana ero alla ricerca di una tenda da campeggio e su Amazon mi imbatto nella recensione di un tipo che è riuscito a fare centro laddove molti copywriter non erano riusciti. Leggendo tutta la recensione vi accorgerete che la parola “family tent” è ripetuta 13 volte. Un’informazione del genere non dovrebbe restare inutilizzata per realizzare un copy efficace e a misura di cliente.

ecommerce: sfruttare le parole usate dai clienti per scrivere descrizioni prodotto

Se vai a leggere la descrizione prodotto ti accorgerai che il termine “family tent” viene usato una sola volta. La descrizione inoltre non include molti dei benefits invece elencati dal recensore (tante tasche, equipaggiamento notturno, prese d’aria, …). Chi vende questo prodotto o prodotti simili può prendere spunto  e utilizzare una recensione del genere magari usando una terminologia facilmente riconoscibile dagli utenti pensando, ad esempio, di creare una guida scaricabile sulle varie tende adatte alle famiglie.

4) Racconti la storia del tuo prodotto?

I ragazzi di Rogue Brewing sanno bene che coloro che comprano regali dal loro sito sono probabilmente appassionati di prodotti artigianali ben fatti e non solo di birra ben fatta! Sul loro sito web trovi un bell’esempio, il racconto di una ricerca lunga 28 anni di per trovare un apribottiglie degno di essere chiamato così e in linea con lo stile di Rogue:

esempio di storytelling all'interno di una scheda prodotto in sito ecommerce

2. Usa foto prodotto di alta qualità

Le fotografie contano. Un’indagine di BigCommerce rivela che il 67% dei consumatori considera la qualità delle immagini molto importante quando si effettua un acquisto online.

Le foto non dicono solo cosa vendi, danno contestualmente delle altre informazioni, ad esempio sull’uso, le caratteristiche più dettagliate e l’utilità di quel determinato prodotto. Una foto di qualità riduce inoltre le possibilità di restituzione del prodotto che spesso derivano da foto sfocate e fuorvianti.

Quindi cosa fare per migliorare le immagini dei tuoi prodotti?

Non scattare foto con lo smarphone

Usa una fotocamera reflex digitale, non il tuo smartphone. Sebbene gli smartphone di ultima generazione riescano a scattare foto in alta risoluzione, la reflex ti garantisce comunque un risultato migliore. Se non vuoi spendere troppo puoi pensare di comprare un buon corpo macchina usato e poi investire qualcosa in più in un buon obiettivo (scegli una macchina che faccia anche i video).

Costruisci un piccolo Lightbox

Puoi costruire da solo un piccolo set fotografico con un solido sfondo bianco. Con pochi spiccioli è possibile costruire un lightbox in grado di migliorare la qualità delle tue foto. Questo video spiega come fare:

Usa angolazioni creative

Fotografa i prodotti da diverse angolazioni. Sulla pagina prodotto includi sempre diverse immagini scattate da varie prospettive. Più prospettive e punti di vista fornisci, più il cliente sarà in grado di giudicare le caratteristiche del prodotto in vendita.

Ritocca le immagini per renderle pop

Puoi pensare di utilizzare dei filtri per ritoccare le immagini e migliorarne i colori e la qualità in generale. I filtri a volte possono risolvere problemi di scarsa illiuminazione dando un aspetto migliore alle immagini. Attento però a non esagerare: filtri molto aggressivi possono distorcere la luce e i colori del tuo prodotto fornendo così al cliente un’immagine fuorviante. Qui puoi vedere un buon esempio dal sito BeautifulMess che mostra le differenze di un’immagine prima e dopo il ritocco.

esempio di fotoritocco immagine ecommerce

Se non hai tempo o non hai l’inclinazione alla fotografia, rivolgiti sempre ad un professionista del settore. Non importa se questo tipo di scelta comporta un investimento un po’ più alto: delle belle foto professionali danno realmente una marcia in più alla tua scheda prodotto. 

Crea Lookbooks e Collezioni Prodotti

Puoi fornire un “contesto” ai tuoi prodotti creando e inserendo sulla scheda prodotto dei lookbooks (cataloghi di immagini che raccontano ai clienti il vostro prodotto o il vostro marchio). Il termine lookbook nasce in ambito moda ma oggi il concetto è esteso ai più svariati settori.

Il catalogo presentato da Fitbit Alta aiuta i clienti ad immaginare sè stessi mentre indossano quei capi o accessori. Il catalogo, a differenza della semplice immagine prodotto, ti parla del brand e della promessa che l’azienda fa ai suoi clienti suggerendo uno stile di vita, un modo di indossare gli accessori. Ogni foto è cliccabile e ti porta alla pagina prodotto che include tutti i colori, i materiali usati e i vari stili dei braccialetti proposti dall’azienda.

come creare un lookbook coinvolgente sul tuo sito ecommerce

Le collezioni sono un’altra variante della stessa strategia. In questa Collezione Mediterranea presentata sul sito di Coastal, gli utenti hanno la possibilità di comprare in base allo stile preferito e possono vedere gli occhiali indossati da persone reali e non su un semplice sfondo bianco.

Utilizzo delle collezioni prodotto sui siti ecommerce

Come già detto prima, lo stesso principio può essere applicato ad altri prodotti e non solo ai capi e accessori moda: mostra il tuo prodotto in azione, qualunque esso sia! Tante aziende dei più svariati settori hanno capito l’importanza di mostrare il prodotto all’opera, con tutti i suoi utilizzi. Lo fa Klipsch mostrando le sue soundbar in vari contesti:

esempio di catalogo online ecommerce

Accessori per auto? Stessa cosa! Mobili da ufficio? Certamente! Il cliente è più motivato a comprare se vede come quel determinato mobile sta in uno spazio di lavoro.

Aggiungi Video accattivanti dei Prodotti

I video sulla pagina prodotto sono di notevole interesse per i potenziali clienti. Si tratta di un investimento relativamente basso ma con un alto valore aggiunto per gli utenti e per il bilancio dell’azienda. Perchè? Perchè il video, con la sua capacità di educare rapidamente il cliente, è uno strumento potente di conversione. EyeView Digital riporta che i video inseriti all’interno di landing pages possono migliorare le conversioni dell’80%. ComScore ci dice inoltre che gli acquirenti online sono del 64% più propensi ad acquistare dopo aver visto un video.

Quindi come usare un video sulla tua pagina prodotto?

Sia che tu mostri un How To o che inserisca un video che illustra le caratteristiche del prodotto in vendita; stai comunque offrendo al cliente una nuova esperienza che di sicuro può aiutarlo a chiarirsi le idee e togliersi ogni dubbio sul prodotto da acquistare dato che fornisce; attraverso le immagini; le risposte alle sue tante domande. Il video permette al cliente di conoscere più a fondo il prodotto, andando oltre l’immagine statica della fotografia e riuscendo ad immaginare come lui stesso possa usarlo.

Zappos è noto per i suoi video che si rivolgono ad ogni tipo di cliente/profilo e che mettono in luce quanto sia forte ed incisiva la personalità del brand. Guarda in questo video quanto è convincente Joe!

Come vedi, in questo video non ci sono “effetti speciali”. Anche tu puoi realizzare qualcosa di simile da solo (con il giusto equipaggiamento) o affidare il compito ad un operatore professionista.

 

Scegli come gestire le recensioni dei clienti

Nel panorama eCommerce oggi la concorrenza è spietata. C’è sempre un competitor pronto a offrire prodotti e consegne più economici e veloci. Ecco perchè il Social proof è diventato più importante che mai.

Una ricerca realizzata da eConsultancy mostra che il 61% dei consumatori dichiara di leggere le recensioni prima di procedere all’acquisto di un prodotto. Lo studio rivela inoltre che per i clienti le recensioni sono molto più affidabili delle descrizioni del prodotto fornite dalle aziende.

Le recensioni poste all’interno della pagina prodotto la rendono più efficace permettendo ai potenziali clienti di basare il proprio acquisto su opinioni reali di chi ha già comprato e dandoti la possibilità di risolvere contestualmente i problemi e le richieste che quotidianamente i tuoi clienti ti pongono.

Qui trovi una lista di sofware per la gestione delle recensioni dei tuoi clienti o, se preferisci, consulta l’ottima guida realizzata da Everett Sizemore che offre un’ampia panoramica sui sofware presenti sul mercato e sulle loro prestazioni (anche in ottica SEO).

  • Bazaar Voice
  • Yotpo
  • Trustpilot
  • Power Reviews

Le recensioni tradizionali possono non essere utili per tutti gli store

La migliore opzione per te dipende dalla capacità dello strumento di integrarsi con il tuo store ma anche dal budget che hai a disposizione. A volte le recensioni prodotto “tradizionali” non sono la scelta migliore per il vostro store.

In questo esempio preso da Think Geek, loro hanno optato per dare ai clienti la possibilità di lasciare un commento su Facebook invece di scrivere una recensione. Il che è sensato dato che vendono gnomi da giardino e non è come quando hai la necessità di dire o sapere se la taglia è giusta o il funzionamento è corretto. In aggiunta, invitano i clienti ad inviare sui social le foto raffiguranti gli gnomi acquistati utilizzando l’hashtag #geekfamous

esempio recensioni su ecommerce

Qui invece trovi il caso di Slimfold, azienda specializzata nella vendita di portafogli che invece di puntare alle classiche recensioni preferisce mettere in evidenza sulla scheda prodotto le recensioni ricevute dalla stampa e i messaggi email inviati dai clienti. Non potendo richiedere molte più recensioni (hanno pochi prodotti in vendita) preferiscono optare per questo format dando enfasi al prodotto attraverso i pareri esterni.

esempio di recensione ecommerce attraverso messaggi email

Esistono innumerevoli tools che ti permettono di mostrare sulla pagina elementi di social proof come valutazioni e recensioni. Prenditi tempo per valutare quale opzione sia la migliore per il tuo store in base all’efficacia e al budget a disposizione e se ti accorgi che l’approccio alla recensione tradizionale non è quello giusto, sentiti libero di scegliere altro.

Piccoli investimenti per vedere grandi risultati nel lungo periodo

Affrontando questi piccoli investimenti (previa valutazione del budget a disposizione) riuscirai ad offrire ai clienti una migliore esperienza complessiva migliorando l’efficacia del tuo shop online. Valutale tutte cercando di capire a quali aspetti dare priorità per poi stilare un vero e proprio piano d’attacco che nel lungo termine ti darà sicuramente dei risultati soddisfacenti.

Se non sai da dove iniziare, ti suggeriamo alcune guide da consultare relative a ottimizzazione pagina prodotto, ottimizzazione pagine categoria, incremento conversion rate pagina prodotto.

 

Il post è una traduzione di “Easy Marketing Investments to Improve your E-Commerce Store” di Kane Jamison pubblicato sul blog di Moz il 25 gennaio 2017

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.