Introduzione ad Amazon Product Ads. E’ il servizio giusto per i tuoi clienti?

Amazon Product Ads: una Guida all’uso passo dopo passo

C’e’ una terra ricca di fiumi che scorrono spumeggianti con trote fresche che saltano, dove i cervi e le alci giungono sulle rive dei ruscelli per berne l’acqua fresca e chiara. Questa terra è circondata da alture aspre ed innevate che la proteggono da coloro che la vorrebbero distruggere per piacere approfittando della sua bellezza e della sua vita.

Sfortunatamente questa terra, nonostante sia così bella e ricca, è stata trascurata per anni. Nonostante sia ricca di risorse e ricchezze è stata ignorata e il suo grande potenziale è rimasto celato a quanti altrimenti avrebbero goduto della sua bellezza.
Come si chiama questa terra? Non è altro che la terra di Product Ads nel regno di Amazon.

Una guida passo dopo passo per scoprire Amazon AdsProbabilmente avrete dato un’occhiata ad Amazon Product Ads quando fu lanciato qualche anno fa, ma da allora non ci avete più pensato. Bene, prima di tutto siete fortunati perchè questo significa che avete già preso familiarità con il suo aspetto dato che quasi nulla è cambiato da allora. Mentre Google e Bing si muovono a velocità esaltanti con nuove offerte di prodotti, aggiornamenti dell’interfaccia utente ed esperimenti, sembra che Amazon abbia preso la strada contraria, scegliendo di non cambiare.

Per certi aspetti Amazon Product Ads (APA) sembra essere lo zio folle di cui tutti si vergognano (ma cavolo, è pur sempre di famiglia!). Non si riesce a trovare qualcosa su Product Ads nemmeno su Wikipedia. D’accordo, Wikipedia non è la fonte di informazioni più affidabile del mondo, ma Product Ads non è da poco. Non dovrebbero esserci delle informazioni a riguardo nella più grande raccolta di informazioni al mondo? Piu’ facevo ricerche per questo articolo, più ero disorientato dal fatto che poche persone discutono attivamente di APA in rete. La cosa mi lascia veramente un po’ confuso.

Indipendentemente dall’interesse dimostrato in passato, vale la pena di guardare Amazon Product più in profondità. Facciamo finta che abbiate un cliente eCommerce che vuole mettere i propri prodotti su Amazon. Quand’è il caso di considerare Amazon Product Ads? Buona domanda! Il resto di quest’articolo sarà l’analisi dei passi da intraprendere per l’utilizzo del servizio.

>> Quale servizio Amazon scegliere?

screenshot-di-amazon-product-ads
Dunque, il tuo cliente ecommerce vuole comparire su Amazon. Dovreste indirizzarlo verso il solito Seller Central o su Product Ads? Ecco alcune considerazioni e domande da porre a se stessi (e a loro) prima di scegliere.

* Valuta il tuo margine di prodotto. Ho scoperto che i prodotti a prezzo piu’ basso “tendono” a vendere meglio su Seller Central poichè è un modello CPA e paghi solo quando vendi. Di contro, prodotti ad alto margine (o piu’ grandi) possono andare molto bene su Amazon Product Ads.
* Hai un UPC? Se vendi articoli come, ad esempio, condizionatori d’aria commerciali, potresti non avere un UPC, EAN o un ISBN, il che vuol dire che non puoi venderli sul normale Amazon Seller Central. Per questi prodotti dovrai usare Product Ads.
* Ti sei organizzato per gestire un account Seller Central? Il principale account di vendita di Amazon ha delle policy per operazioni (come i tempi di spedizione) che non sono richieste ai venditori su Product Ads. In questo APA è simile a Google Shopping. Sono comunque richiesti dei particolari requisiti, ma son meno restrittivi che vendendo direttamente su Amazon.
* I prodotti che vendi fanno parte delle categorie consentite? Amazon non consente a tutti i prodotti di essere venduti tramite APA. Ecco i dettagli riguardo le categorie consentite:

Screenshot-pannello-amazon-ads* Vuoi portare le persone sul tuo sito web oppure vuoi vendere direttamente su Amazon? Potresti fare un test con Product Ads usandolo come mezzo per scoprire un pubblico non ancora raggiunto per il tuo mercato. Con APA, Amazon porta traffico dai risultati al tuo sito web.

>> Perchè scegliere Amazon Product Ads?

Ok, finora sono riuscito a motivarvi? Spero di si, perchè APA a volte ha dimostrato (a me e ad altri con cui ho parlato) di essere estremamente redditizio! Quasi sempre ho visto APA come fonte di nuovi clienti. Non è generalmente il canale principale dal quale aspettarsi grandi volumi di traffico, ma ho imparato ad aspettarmi un grande ROI e Conversion Rate.

Se vi ho convinto e avete risposto alle domande precedenti, allora vi dico che vale la pena sperimentare!

Iniziamo!

Ok, avete deciso di provare. Benvenuti! Cosa bisogna fare adesso?

1) Aprire un account Amazon Product Ads

Se avete già un account venditore Amazon, iscrivetevi da qui ad Amazon Product Ads (una volta registrati potrete accedervi dalla stessa interfaccia Amazon). Se non avete ancora un account venditore volete e utilizzare solo APA, potete farlo sempre da lì.

amazon-product-adsSe siete un’agenzia che lavora per conto di un cliente, vi suggerisco di aprire un account di proprietà del cliente e poi aggiungere il vostro account come utente. Una volta fatto, andate su Edit Permissions for the use (nota: non e’ possibile impostare le autorizzazioni come Admin a meno che si usi l’originario account di “owner”). Nota a parte, forse questo e’ il modo più complicato di impostare le autorizzazioni in cui mi sia imbattuto!

 

screeshot-advertising-su-amazon2) Completare le Informazioni dell’Account

Procedura piuttosto basilare. Inserite tutte le informazioni richieste, incluse quelle sulla fatturazione. Vi si accede dal menu in alto a destra del vostro account:

screenshot-amazon-account3) Predisporre un budget giornaliero

Il passo successivo che farei è quello di predisporre un budget giornaliero. Amazon Product Ads consente solo la possibilità di stabilire un budget giornaliero per l’intero account e qui non c’è nient’altro di particolare da fare.

pannello-budget-amazon-adsEsattamente come per Adwords e Bing, una previsione di spesa non significa necessariamente che esaurirete sempre tutto il vostro budget giornaliero. Il sistema prende in carico il budget giornaliero ed autonomamente spende giornalmente un importo tale da farti arrivare a fine mese (un mese di 31 giorni) spendendo al massimo la somma prevista. Se volete mettere in pausa la vostra offerta giornaliera non indicate come importo zero, piuttosto impostate il vostro status come Inattivo. Potete farlo da Settings > Account Info > Listing Status > Edit.
amazon-informazioni-venditoreSuggerimento: a questo punto potreste essere tentati di impostare le vostre offerte per categoria,ma ancora non lo farei. Perchè? Perchè Amazon ha un piccolo ed utile filtro che vi consente di visualizzare solo le categorie nelle quali avete dei vostri prodotti. Non dovrete quindi perder tempo nell’impostare offerte in categorie che magari non userete mai!

4) Caricare il Feed di Prodotto

Questa è la parte un po’ più complicata.
upload-prodotti-amazonUna volta arrivati sulla pagina di upload, cliccate sul bottone: “Download Template”. Questo tasto vi farà accedere a tutti i template possibili. Ecco le diverse opzioni:

template-prodotti-amazonScegliete l’opzione che volete utilizzare. Se avete un Dev team o Management Provider, vi suggerisco di utilizzare il formato Amazon Product Ads. Se dovete utilizzare Google Base, noterere che Amazon Product Ads non accetta versioni XML. Il formato supportato è .txt. Ecco qualche dettaglio aggiuntivo: Uploading a Google Base File Manually to Amazon Product Ads.

Se decidete di usare il template APA, potete scaricarlo da qui (ATTENZIONE: cliccando su questo link inizierà il dowload di un file di 5.0MB): Amazon Product Ads Template.

Come potete notare, Amazon ha fatto veramente un buon lavoro inserendo descrizioni dettagliate per i diversi template. Da parte mia non c’è molto altro da aggiungere.

Gli attributi dei feed prodotto richiesti sono:
Categoria
Titolo
Link
Codice identificativo prodotto
Prezzo
Immagine

APA ha anche creato “Strongly Recommended Fields” per rendere i vostri prodotti più facilmente associabili e visibili ai clienti giusti per voi su Amazon.

Una volta fatto tutto, caricate il vostro feed. Ora state certi che Amazon userà tutta la sua enorme potenza per caricare istantaneamente il vostro feed. Scherzavo … purtroppo può volerci un po’ di tempo per concludere l’upload, specialmente con i feed più grandi. Ma una volta caricati i feed potrete accedere ad uno Status Report e verificare se ci siano stati degli errori.

5) Gestire la Pagina Inventario

Dopo l’upload potrete andare a vedere inserzioni/cataloghi nella sezione “gestisci pagina inventario”. Questa pagina gronda di potenziale di ottimizzazione. Okay, sono di nuovo sarcastico! L’UNICA cosa che potete fare su questa pagina è (1) Chiudere/Cancellare un elenco di prodotti o 2) Cambiare il prezzo del prodotto. Se siete come me ed usate sempre gli upload per tenere i prodotti aggiornati, la possibilità di cambiare il prezzo non è poi così utile. Quindi, l’unica azione veramente consentita su questa pagina è quella di cancellare un singolo elenco (potete vedere il link al vostro prodotto, ma non potete fare niente al riguardo).

6) Predisporre le Offerte per Categoria

Ora che il vostro feed è caricato, potrete dedicarvi alla sistemazione delle vostre offerte.
gestione-bid-amazonSe fate attenzione noterete qualcosa di strano qui, nella sezione “Manage Bids”. Non ci sono molte opzioni. Le offerte si possono modulare solo nelle categorie di alto livello. Questa è la lacuna piu’ significativa di Amazon Product Ads. Lo ripeto ancora. La più grande debolezza di Amazon Product Ads e’ l’impossibilità di gestire le offerte per i singoli prodotti (anche a livello di categorie inferiori).

Questo aspetto pone molti ostacoli nell’ottimizzazione. Ma, dato che vi trovate qui, scegliete l’opzione “Only categories I have products in” e appariranno solo le categorie in cui siete entrati a partire dal vostro feed, così non dovrete impostare le offerte su tutte. Continuate e fate offerte basandovi sui loro suggerimenti. Sinceramente, a questo punto, per individuare le categorie di offerte ideali bisogna fare un po’ di tentativi ed errori e forse, per iniziare, si puo’ solo sparare nel mucchio. Non è un metodo molto scientifico, vero? Se siete dei marketer alla ricerca della massima ottimizzazione e questo metodo vi irrita, benvenuti su Amazon Product Ads bidding!

7) Ottimizzare … beh, almeno per quel che si puo’!

L’abbiamo gia’ detto, c’e’ una seria carenza di potenziale di ottimizzazione in Amazon Product Ads. Per i vostri clienti puo’ funzionare oppure no (o la va o la spacca). Non c’e’ una via di mezzo.

Ci sono alcune cose che potreste però fare per cercare di ottimizzare. Ecco quello che farei io:

* Regolare le offerte in base alle prestazioni. Per quel che vale … forse prima o poi aggiungeranno il product level bidding!

* Utilizzare ogni campo possibile del feed. Amazon ha ammesso diverse volte che più campi utilizzate, meglio è per voi. Quindi non siate pigri, impiegate del tempo ottimizzando il vostro feed. E’ tutto ciò che potete fare con APA, quindi concentratevi su questo!

* Usate Analytics per identificare i prodotti problematici ed eliminateli dal Feed. Purtroppo non potete ottimizzarli molto, quindi se si tratta di un prodotto di costo elevato con bassa conversione, eliminatelo.

* Iniziate sperimentando con i vostri 25-50 prodotti che vendono di più. Questo puo’ essere un buon modo per vedere se vale la pena di caricare il vostro intero catalogo. Una volta ho aiutato un cliente ad aumentare significativamenteil ROI togliendo tutti i prodotti ed includendo solo i Top Selling products nel feed. E’ un ottimo modo di rigirare un account povero di prestazioni.

* Rimuovete dal feed tutti i prodotti con prezzi troppo bassi. Forse può andar bene mantenere solo i prodotti a partire da $50. Cio’ significa che includerete solo articoli che vendete a piu’ di 50 dollari. Questo può aiutare ad assicurarvi che il vostro margine di prodotto sia quel che volete dal momento che non potete gestire l’offerta dei singoli prodotti. Potreste persino prendere in considerazione di usare sia Amazon Seller Central per i prodotti a basso costo sia Product Ads per i prodotti con più ampio margine.

Abbiamo visto che Amazon Product Ads non è cosi’ complicato ed è qualcosa che molti siti eCommerce dovrebbero almeno provare. La cattiva notizia è che la sua semplicità è adatta ad una strategia di ottimizzazione fin troppo semplificata, che vuol dire che abbiamo meno possibilità di ottimizzare bene massimizzando i profitti. Ho un rapporto di odio/amore con APA. Puo’ essere di gran lunga il miglior CSE, oppure inutile in modo frustrante quando si tratta di ottimizzare.

Ora che vi siete fatti un’idea rispetto a cosa aspettarvi, perchè esitate? Iniziate a sperimentare Amazon Product Ads!

 

Titolo originale del post “A Step-By-Step Introduction to Amazon Product Ads” di Kirk Williams

 

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.