Ancora sulle penalizzazioni

Seconda giornata del convegno GT, inizia i lavori Francesco Tinti, aka Mister Jinx nel forum GT, che parla di penalizzazioni su Google.

Consigli: evitare i link a siti di spam, limitare il numero di link, occhio anche ai menu troppo lunghi. Soprattutto i link di spam.

Per vedere se ci sono link a siti di spam:
sul motore di ricerca Live
linkfromdomanin:nome del dominio
con magari “sex porno” oppure “cialis”

Case history www.quellichebravo.it
blog bannato per link cattive risorse
15 maggio 2008 ne è stato parlato sul forum GT.
E’ stato ripulito. Dopo 24 ore il sito è rientrato nelle serp.

Conclusione: esiste un algoritmo che filtra/penalizza i risultati.

Brevetto boilerplate: butta via cosa non serve.

A volte i link nel footer che replicano i link del menu possono essere penalizzanti.

Google ha fatto negli anni diversi brevetti contro la duplicazione dei contenuti (anche immagini e video).
A volte ci sono dei bachi nell’algoritmo di Google (come la 6th position penalty di cui si parla da dicembre 2007).

2 Comments

  1. Il tuo.
    In pratica, si basa sul fatto che in rete ci sono molti sistemi automatici che sfruttano le debolezze dei softwares CMS per mettere dei link nascosti all’interno dei contenuti di blog malcapitati.
    In questo modo, il sito che vende Viagra piuttosto che qualsiasi altra cosa, ne ha un momentaneo beneficio dal punto di vista SEO, in compenso il proprietario del Blog si trova a dover ripulire tutto e patchare il software, altrimenti rimane penalizzato su Google.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.