Pubblicità online & Remarketing: Commetti anche tu questi 3 errori?

Quali sono i 3 errori più comuni di chi fa pubblicità online usando il Remarketing di AdWords? Francesco Tinti ha avuto modo di curiosare tra diversi account AdWords, grandi, medi e piccoli, ed ha così scoperto che le campagne display di remarketing non sempre sono impostate in modo ottimale. Ha quindi individuato 3 problemi comuni a molti account analizzati e in questo video ti fornira’ esempi concreti e soluzioni per porre rimedio in modo veloce.

 

Pubblicità Online - Errori del Remarketing AdWords

Clicca sull’immagine qui sopra per accedere al Video

 

Come promesso, Francesco è stato così gentile da voler rispondere alle tante domande arrivate durante il suo Webinar, alle quali, per motivi di tempo, non siamo riusciti a rispondere.

Domande & Risposte Extra

D. Come si crea una campagna di remarketing su analytics? e come si allinea ad Adwords?
R.Trovi tutti i dettagli alle slides 13-19 e nel webinar ai minuti 11:48-15:02.
Se dopo aver provato riscontri difficoltà posta un commento a fondo articolo.

D. COMMENTO sul discorso della legge sulla privacy e cookies: Trovo assurda una soluzione come quella in UK, e non la vedo come miglioria ma peggioramento della web experience. Figuriamoci se ogni sito che visito mi chiede attivamente se voglio essere tracciato…
R. La legge, ribattezzata EU Cookie Law, è stata deliberata dal parlamento europeo già dal 2011, ed è in vigore dal 1 Giugno 2012 in Italia.
Devi fare riferimento al Dlgs 69/2012 e 70/2012.  Questa è la legge http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2009:337:0011:0036:IT:PDF
Trovi anche un approfondimento qui http://www.joomla.it/articoli-community-16-e-17-tab/5598-eu-cookie-law-cose-e-cosa-comporta.html
In particolare al paragrafo “Cosa succede se non soddisfo i requisiti della legge?” trovi i dettagli per Italia e UK.

D.Ritengo che il REMARKETING sia una pratica SCORRETTA fornita a chi gestisce AdWords e quindi paga per il servizio, a SFAVORE di chi utilizza AdSense e che quindi sarà consapevole che gli annunci che compariranno sui siti saranno sempre più gli stessi e quindi sempre meno cliccati. Io sono del parere che Google abbia trovato un metodo poco ortodosso per pagare meno chi usa AdSense… Voi che dite? Grazie!
R. Parere professionale: se è scorretta non sta a me dirlo. Google ha messo a disposizione questa opportunità su AdWords: l’ho testata, vedendo subito risultati eccezionali da subito, ed è per questo motivo che la utilizzo e suggerisco a chiunque abbia un account AdWords attivo.

Parere personale: “Vedo questo maledetto banner da tutte le parti! Aiuto, la pubblicità mi perseguita” :-). Tu dici che è scorretto Google, ma (purtroppo?) AdWords fa quello che l’inserzionista indica al sistema di fare. Nel 99% degli account che ho visionato negli ultimi 12 mesi, la copertura in rete display non era impostata. E’ Google scorretto o è l’inserzionista che, non settando bene le cose, ha autorizzato Google a fare stalking agli utenti? Se l’inserzionista, come ho avuto modo di descrivere durante il webinar, è accorto, a mio parere dovrebbe beneficiarne anche chi usa AdSense. Infine se ti accorgi che un inserzionista AdWords usa il remarketing in modalità “stalking” e questo potrebbe danneggiare le tue revenue AdSense, puoi sempre entrare nel tuo pannello di controllo di publisher ed escludere il sito dell’inserzionista.

D. E’ possibile un remarketing a distanza di 350 giorni? Ad esempio un pneumatico invernale da riacquistare l’anno successivo…
R. Si il limite temporale massimo di una lista di remarketing è 540 giorni.  Trovi qui i dettagli: http://support.google.com/adwords/bin/answer.py?hl=it&answer=2454062
Volendo potresti anche usare un arco temporale più breve e, ad es., stimolare il cambio di pneumatici invernali VS estivi.

D. Se voglio escludere dal remarketing un utente che ha convertito?
R. AdWords ti permette di creare un elenco di utenti in base alle conversioni effettuate.
Crei poi una combinazione di remarketing dove escludi questo elenco.

Immagina di gestire un e-commerce e di voler intercettare con il remarketing gli utenti che hanno iniziato la fase di checkout, ma non hanno completato l’acquisto. Hai settato il tracking code di AdWords dandogli nome ACQUISTO e lo hai installato sulla thank you page. L’utente al termine della procedura di acquisto visita la thank you page e in questo modo Google AdWords conteggerà le conversioni ACQUISTO. Hai anche creato un elenco di remarketing UTENTI-INIZIO-CHECKOUT, che si popola quando gli utenti del tuo sito visitano la pagina checkout.php.

Come fai ad escludere gli utenti che hanno convertito dalle tue campagne di remarketing?

1. Crei la lista UTENTI-CHE-HANNO-ACQUISTATO.

Crei questa lista in base al tag di conversione ACQUISTO.

2. Crei quindi una combinazione di remarketing dal nome UTENTI-CHECKOUT.

In questa combinazione includi l’elenco UTENTI-INIZIO-CHECKOUT ed escludi l’elenco ACQUISTO.

(Ti ricordi l’insiemistica, le unioni e i sottoinsiemi? Le combinazioni di remarketing funzionano allo stesso modo).

3. Quando targetizzi la tua campagna usi nel tab Pubblico UTENTI-INIZIO-CHECHOUT.

Importante: la combinazione di remarketing si popola con i cookies degli utenti dal momento in cui la crei e non è retroattiva.

Se il tuo sito ha fatto 1.500 conversioni negli ultimi 3 mesi e hai creato un elenco di remarketing 3 mesi fa, popolato con 50.000 utenti, non è che creando OGGI la combinazione di remarketing avrai 48.500 utenti da targetizzare. La tua combinazione di remarketing parte con 0 utenti perché creata oggi.

D. Una domanda un po’ fuori tema, diciamo curiosità personale: dalla laurea in beni culturali come è approdato ad adwords e programmazione?
R. Ti manca un pezzo della mia vita: classe 1975, ho imparato a programmare BASIC su VIC20 nel 1984. L’informatica prima, e il web dopo, sono sempre stati la mia passione.
Se vuoi curiosare trovi tutti i dettagli qui:

https://plus.google.com/107643719670857166357/about

D. Posso fare remarketing su una visita di un altro sito, per esempio concorrente?
R. No, non puoi. Se però il sito concorrente ospita banner AdSense potresti tentare una normale campagna display.
Altra cosa che potresti tentare di utilizzare è la funzionalità del pubblico simile al tuo che ho presentato intorno al 24° minuto di webinar.

D. Come si fa a mettere due campagne in alternanza una con l’altra per la stessa pagina di destinazione?
R. (Se la domanda è riferita alle campagne di remarketing) puoi inserire nel tab ‘pubblico’ delle rispettive campagne lo stesso elenco di remarketing o la stessa combinazione di remarketing per entrambe le campagne.  Personalmente non te lo consiglio perché non è tra le best practices.

D. Il remarketing è una metodologia valida sia per chi vende prodotti che per coloro che “vendono” servizi?
R. Si. Tieni presente che, per la mia esperienza, ci sono prodotti e servizi dove l’acquisto è più impulsivo di altri.
In questi casi il remarketing potrebbe portare qualche risultato in meno perché l’utente ha davvero urgenza di acquistare. Nessuno ci vieta anche in casi come questi di strutturare una campagna di remarketing con cookie a lunga scadenza per intercettare anche a diversi mesi di distanza i nostri utenti.

D. Ciao Francesco, ma si tratta di frequenza mensile o giornaliera?
R. Scegli tu, attraverso le impostazioni di campagna, se la frequenza dev’essere giornaliera, settimanale o mensile. Inoltre puoi scegliere se tale frequenza vada applicata in base al singolo annuncio, ai gruppi di annunci, oppure alla campagna.

E questo è solo un piccolissimo assaggio!

Questo Webinar è solo una piccolissima anticipazione di quello che ti aspetta dal 26 al 30 novembre durante la nuova edizione del SEO Web Marketing Experience 2012. Francesco, per quella occasione, ti dirà quali sono i “segreti” che ha imparato gestendo oltre 1 milione di euro all’anno su AdWords! Porterai a casa le “Best practices” derivate dall’esperienza di (quasi) 10 anni di consulenze. Il suo intervento durerà ben 2 ore (1 ora piena di lezione + 1 ora dedicata interamente a Domande & Risposte). Se vuoi riservare un posto, puoi cliccare qui adesso.

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.