Anatomia di uno shop… Mediaworld

In parallelo all’ottima analisi di Enrico La Dogana, ecco un’altra visione dello stesso sito, che in parte affronta argomenti già discussi, in parte invece vuole concentrarsi più sugli aspetti e-commerce e soprattutto studia l’usabilità del sito orientata alle funzionalità dello shop.

L’articolo è diviso in due parti:
– Il menù e la home page
– I prodotti, il carrello e l’acquisto
Il sito di Mediaworld è andato migliorando via via negli ultimi anni. La catena è oramai un punto di riferimento per l’elettronica di consumo per tantissimi consumatori … ed il sito?
Vediamo un po’ in dettaglio un’analisi lite sull’usabilità del sito orientata alle funzionalità dello shop.
Non ho analizzato proprio tutti i singoli aspetti per ovvi motivi di spazio e di tempo, spero mi perdonerete per questa “leggerezza”.

Considerazioni preliminari:
Il sito è ottimizzato per 1024×768. Ad una risoluzione maggiore fa vedere anche un ulteriore box a destra con dei banner a shop mediaworld specifici, come net-print e net-music.
Struttura principale del sito con 2 frame.

Menù:
Sono presenti 3 menù ben caratterizzati.
La home page di Mediaworld

Il primo (1), in alto, relativo ai link istituzionali ed al pannello di controllo dell’utente.
Il secondo (2), subito sotto l’header principale, con link ad ulteriori shop specializzati.
Il terzo (3), a sinistra, con l’elenco delle famiglie dei prodotti.

L’organizzazione e la separazione di queste tre aree è evidente e ben congegnata.
Il menù 1 dovrebbe essere valorizzato meglio sfruttando tutta la lunghezza dell’header che per la maggior parte è vuoto e riporta, oltre il menù ed il logo a sinistra, il numero di telefono per ordinare tramite operatore.
Il link “Supporto clienti” da accesso a tutta la sezione informativa del sito, con le informazioni sui costi di consegna, le modalità di pagamento e tanto altro. Dovrebbero rinominare quella voce in “Informazioni e supporto clienti”. Lo spazio non manca.
Il link per il “portale MW” non ha tantissima rilevanza e porta su un sito formalmente diverso e che riguarda la catena dei punti vendita che non ha contatti con il sito.

Il sub menù relativo al pannello di controllo dell’utente sembra chiaro. Cliccando però sul carrello scompare tutta la struttura di contorno del sito. Del carrello parlerò comunque dopo.

Il menù a sinistra, con tutte le famiglie di prodotto, è chiaro, anche se un maggiore distacco rispetto al bordo di sinistra darebbe una leggibilità migliore.

Home centro pagina:
Nella home sono presenti tre elementi in movimento, uno è subito sotto l’header, simile ad un ticker classico solo testo. L’altro è posizionato più in basso, e contiene elementi grafici e l’ultimo è in fondo alla pagina, anche questo con elementi grafici.

Il primo elemento e l’ultimo, dopo poco, risultano essere fastidiosi e distraggono. Il secondo elemento invece è piacevole e non distrae più di tanto grazie alla bassa rotazione delle immagini. Inoltre le informazioni riportate in questo box che cambia possono tornare utili, visto che pubblicizzano delle promozioni.

Il resto della pagina è organizzato in blocchi, molto ben definiti, ricordano il volantino come scelta grafica, il che non guasta.
Le note dolenti per questi elementi sono:
– Il prezzo riportato senza l’indicazione della valuta e senza i decimali. A prima vista sembra più un numero di pagina che non il costo.
– Le immagini dei prodotti, con relativo prezzo su, non sono cliccabili

In chiusura della pagina sono presenti tre box con funzionalità diverse. Vetrine speciali, home entertainment e novità.
Ok per il primo box, per home entertainment invece le immagini relative ai loghi presentati non sono cliccabili, inoltre sarebbe stato opportuno, visto il tipo di articoli, inserire una miniatura del pack del prodotto e non questi loghi generici indicativi del genere di prodotto.
Il box delle novità è quello più anomalo, in quanto il titolo del capoverso non è cliccabile sebbene venga utilizzato uno stile che per convenzione dovrebbe indicare un link (colore tendente al blu e sottolineatura). E’ invece cliccabile il testo sottostante.

Note particolari alla home:
Manca completamente un form di ricerca libera, cosa fondamentale per un e-commerce, in quanto spesso l’utente ha già una mezza idea dell’articolo di cui sta andando in cerca ed una maschera di ricerca è il modo più diretto per il raggiungimento dello scopo.

scritto da Roberto Fumarola 

  1. Se gli articoli di Enrico erano già molto chiari ed interessanti, tu non sei certo stato da meno.
    Leggendo il tuo articolo appare particolarmente evidente la “multicanalità” alla quale si affida la stessa Mediaworld, visto che una grossa fetta delle vendite on-line viene attivata dalla campagna cartacea.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.