Second life continua a crescere

Mentre le aziende si chiedono cosa possono fare con Second Life e mentre gli “esperti” di web marketing sono scettici, gli utenti internet sembrano apprezzare sempre più il mondo virtuale di Second Life.
Secondo gli ultimi dati nel mese di Marzo 2007 Second Life ha attratto circa 1 milione e 300mila utenti, con un aumento del 46% rispetto a Gennaio di quest’anno. Un numero di visite che nel mese di Marzo ruota intorno ai 3 milioni e 600mila con una crescita del 17% rispetto a Febbraio. Mentre il totale degli iscritti pare sia di ben 6 milioni di utenti.
Di questi circa il 61% degli utenti è europeo: una grossa parte è costituita dai tedeschi, seguiti dai francesi e poi dagli inglesi.
Sempre più aziende (famoso il caso della Gabetti), ma anche partiti, società, enti pubblici, città e regioni (dopo la Toscana di Intoscana.it, anche Venezia ha costruito la sua isola di 65.000 metri quadrati di pixel con tanto di maree a acqua alta) stanno mettendo la loro bandierina su Second Life.

E intanto al di là del clamore generato da queste iniziative sui vari media, che tanto incuriosiscono gli amministratori delegati delle grandi società, la vera domanda rimane: ma che prospettive ci sono in chiave web marketing?

Viene spontaneo chiedere quali siano le possibilità per un’azienda che vuole utilizzare questo strumento per farsi conoscere, e se funziona veramente.

I primi eventi, le prime aziende hanno i benefici dei first comers, ma quando tutti saranno online (ammesso che non si tratti di una moda come tante) ci sarà un reale valore aggiunto di una presenza nel mondo della seconda vita?

second life

Intanto Business week stila la classifica dei milionari del mondo virtuale, ovvero di coloro che si stanno arricchendo veramente e non solo virtualmente, come Anshe Chung, il primo milionario (o meglio la prima milionaria) di Second Life.

4 Comments

  1. Ti poni la domanda giusta e non credo che si sappia adesso una riposta precisa.

    Nell’ultimo anno da utente di SL e con una esperienza professionale nel marketing ho seguito con molto interesse tutti questi sviluppi.

    SL ha sicuramente molte potenzialità di sviluppo, ma adesso come adesso sono ancora tutte da sfruttare e ben pochi ci hanno anche solo provato.

    Lo scetticismo degli “esperti” che si inizia sentire, da quello che ho visto direttamente fa abbastanza ridire, ed è molto in mala fede (come lo è l’eccesso di entusiasmo).

    Parecchie esperienze dirette mi dicono che troppo spesso “pretesi” esperti hanno venduto su second life molto fumo e poco arrosto; e ora che si iniziano a vedere i risultati (o la loro mancanza) molti fanno marcia indietro per tentare di giustificarsi.

    Scettici si, ma solo dopo aver ben fatturato.

  2. Grazie Albert per il tuo commento.

    sono sinceramente dubbiosa su cosa si possa fare con Second Life, al di là della notorietà legata a chi arriva per primo..
    riuscirà ad emergere un modello di business valido per second life?

    chissà..

  3. Io sto cercando di portare l’agenzia per cui lavoro (Goviral.com – viral marketing) su SL. E’anche il mio progetto di tesi.. se avete consigli o volete confrontarvi vi invito ad andare sul mio blog.
    Saluti da Copenhagen

  4. Ma di tutti questi utenti registrati: quanti navigano costantemente ?
    La macchina che occorre per la navigazione deve essere da videogame non una macchina da ufficio.
    Le modalita’ d’uso: stando al “piccolo” manuale tutt’altro che facile capire il funzionamento.
    Stanto al Los Angeles Times gli investitori stanno iniziando a capire il funzionamento e la fuga da questo mondo virtuale e’ in corso.
    Probabilmente la bolla di sapone presto svanira’ se Linden Lab non riesce a coinvolgere investitori ed utenti rapidamente con modalita’ di ROI reale per gli investitori.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.