Google si aggiorna e risponde a domande sempre più complesse (Weekly Shot|16-22 novembre)

Questa settimana google aggiorna la sua app potenziando la capacità di rispondere a domande più complesse attraverso un'analisi semantica delle query sempre più approfondita. Su un altro fronte troviamo Google al lavoro con Android per testare le app in streaming. Ma questa settimana si parla anche di fine di un amore ai tempi dei social e gattini: Facebook lancia uno strumento per proteggere gli utenti dalla "presenza ingombrante" degli ex e gli abitanti di Bruxelles diventano protagonisti di un'iniziativa su Twitter durante l'assedio della città.

Questa settimana in evidenza su WMTools Weekly Shot:

>> Google app si aggiorna e risponde a domande sempre più complesse

>> Facebook ti aiuta a dimenticare le relazioni appena concluse

>> Android e Google testano le Streaming App negli USA

>> Social: i gattini di Twitter aiutano la polizia di Bruxelles

_______________________________________________________________________________________________________________

>> Google App risponderà a domande sempre più articolate

Update dell'app di Google che migliora la semantica

Ci capita quotidianamente di porre domande molto complesse a Google che a volte ci fornisce risultati non del tutto corrispondenti alla nostra richiesta. Questa settimana scopriamo però che Google sta per diventare più intelligenteGoogle App si aggiorna e a breve riuscirà a rispondere a domande sempre più articolate. La notizia arriva pochi giorni fa attraverso un post pubblicato sul blog Inside Search: Google capirà meglio il vero significato delle nostre domande, “sezionando” la query e analizzando la semantica di ogni pezzo della frase per capire l’intento che ci sta dietro. Il lavoro dello staff di Google verte in particolare su due aspetti della lingua. Il primo, una migliore comprensione dei superlativi inseriti all’interno di una domanda (le città più grandi, i giocatori più alti, i film più importanti…); in secondo luogo un’analisi più approfondita degli eventi successi in un determinato lasso di tempo. Sarà possibile infatti ricevere risposte sempre più precise a domande articolate come “Qual era la capitale italiana nel 1600?”, “Quali canzoni ha fatto Taylor Swift nel 2014?” e così via.

Qui puoi leggere l’annuncio di Google sul Blog Inside Search relativo all’aggiornamento di Google App.

_______________________________________________________________________________________________________________

>> Uno strumento di Facebook ti aiuta a superare le pene d’amore

Facebook lancia uno strumento che aiuta chi chiude una relazione sentimentale

Facebook – un po’ amico, un po’ psicologo – decide di aiutare quegli utenti alle prese con la tristezza da fine relazione amorosa. Come? Attraverso uno strumento; che verrà lanciato inizialmente negli Stati Uniti solo sull’app mobile; che consente di proteggersi da “incontri virtuali” con l’ex partner in maniera molto semplice. La funzione permetterà infatti, modificando alcune impostazioni privacy e il campo situazione sentimentale, di limitare la visualizzazione di contenuti pubblicati dall’ex sul newsfeed (foto, post, video) senza il bisogno di bloccarlo e di far sì che i propri post non siano visibili proprio da lui/lei, così da tutelare la propria nuova vita da single. Il nome dell’ex non sarà presente neanche nei tag degli amici e nelle conversazioni di gruppo. Altre opzioni permetteranno inoltre di gestire i tag e i post del passato. Come dire: La vita continua dopo la fine di una relazione e si guarda avanti…anche su Facebook! 🙂

_______________________________________________________________________________________________________________

>> Google al lavoro sulle app in streaming per Android

Google e Android progettano le app in streaming

In questi giorni Google e Android sono impegnati nei test di una nuova funzione che permetterà agli utenti di scoprire e visualizzare i contenuti di un’app senza doverla installare sul proprio smartphone. Partendo da un risultato di ricerca mobile su Google (si cerca, ad esempio un hotel) troviamo tra i risultati anche i link relativi all’app di riferimento che ci rimandano alla sua pagina d’installazione. A questo punto Google attiva attraverso il cloud uno streaming in tempo reale che permette di esplorare l’applicazione senza doverla installare. Il test è attualmente in corso negli Stati Uniti per utenti che possiedono uno smartphone Android aggiornato alla versione 5.0 lollipop e una buona connessione wi-fi. Qui puoi leggere il post di Google sui test in corso.

_______________________________________________________________________________________________________________

>> Allarme terrorismo: il Belgio risponde con i gattini su Twitter

gattini-su-twitter-iniziativa-anti-terrorismo

Bruxelles sotto assedio. La polizia federale annuncia una minaccia concreta di attacchi terroristici nella città e chiede agli abitanti di non diffondere informazioni sensibili sui luoghi del blitz antiterrorismo in corso. L’invito al silenzio viene accolto, ma si va oltre: arriva un’invasione di gattini su Twitter, tantissime foto dei felini postate sotto l’hashtag #brussellslockdown. Per diverse ore gli abitanti di Bruxelles riescono così a disturbare quel flusso di informazioni sui luoghi delle operazioni che di fatto avrebbero dato indicazioni importanti ai terroristi in fuga.  Tante foto tenere, divertenti e ironiche.

gatti bruxelles
i gattini di bruxelles

Una grande mobilitazione social per smorzare la tensione che si respira in città e in tutta Europa e che permette agli agenti di svolgere delicatissime operazioni con l’aiuto della popolazione locale. E alla fine arriva pure la ricompensa per i gattini: la polizia belga ringrazia dell’aiuto offrendo una ciotola di croccantini! 🙂

gattini-su-twitter-mobilitazione-social

__________________________________________________________________________

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.