L’Autoresponder: uno strumento di e-mail marketing

Molte aziende hanno cominciato a usare l’e-mail marketing come strumento di promozione e comunicazione verso i propri clienti, fornitori, partner. Ma sono poche quelle che utilizzano strumenti avanzati come gli autoresponder per incrementare il business on-line, e ancora meno quelle che utilizzano strategie di Followup Marketing.

autoresponderDi cosa stiamo parlando? di un sistema automatico che permette di gestire la richiesta di informazioni e la risposta automatica, con evidente risparmio di tempo (e soldi) e semplificando determinate attivita’. Se è vero che ci vogliono 7 messaggi in sequenza per trasformare un contatto in un cliente, ecco un mezzo per conquistare in maniera graduale la fiducia degli iscritti ad una mailing list, e trasformarli in clienti fidelizzati. Con un software autoresponder per E-mail Marketing è possibile inviare una serie di messaggi sequenziali o followup agli utenti che si sono iscritti a una lista. Il processo di invio e’ automatico perche’, dopo aver scritto tutti i messaggi della serie, ed averli inseriti nel programma autoresponder, il software li inviera’, dal primo all’ultimo, ad ogni nuovo utente iscritto.

Per chi desidera saperne di più è possibile iscriversi gratuitamente a un corso di 12 lezioni in 4 settimane (ogni lunedi, mercoledi e venerdi) e capire come funzioni e quali risultati possa portare uno strumento del genere.

  1. Autoresponders-review.net sarà anche un ottimo strumento di gestione delle campagne di email marketing ma non lo consiglio a nessuno dopo la mia pessima esperienza.

    Cliccate sul mio nome per leggere l’opinione su autoresponders-review.net

  2. Caro Giovanni,

    hai mai ricevuto un messaggio email personalizzato con il tuo nome, sia nell’oggetto che nel corpo?

    Hai mai avuto la sensazione che un messaggio del genere fosse asettico, cioe’ freddo o privo di passionalita’?

    E’ piu’ facile secondo te, che un messaggio di per se’ freddo possa diventare caloroso grazie all’inserimento del nome del destinatario nell’oggetto e nel corpo, oppure forse occorre qualcos’altro?

    E del resto per te e’ possibile che un messaggio caloroso possa divenire asettico perche’ non personalizzato con il nome del destinatario?

    Ebbene, per rispondere ai precedenti quesiti non devi far altro che applicare due semplicissime regole di email marketing, che vanno assieme di pari passo, sempre:

    1) il tono di un messaggio email promozionale, per conferirgli efficacia, deve essere molto soft, cioe’ devi scrivere come parli, diretto al sodo, ma gentile, sia per un messaggio singolo che per un messaggio inviato a piu’ destinatari!

    2) La personalizzazione del messaggio, con il nome del destinatario, sia nell’oggetto che nel corpo, e’ un “must” che va considerato sia per i messaggi singoli che per un messaggio per piu’ destinatari!

    Se poi, per risparmiare tempo, fai uso di un autoresponder, per poter automatizzare l’invio e la personalizzazione dei tuoi messaggi con i nomi di tutti i destinatari della tua eventuale lista, secondo te il destinatario e’ in grado, dopo che tu abbia applicato le due precedenti regole, di capire che l’invio e’ stato fatto con un software autoresponder, e non, ad esempio, con Outlook Express? A te la risposta se un tale messaggio sia asettico…

  3. Egr. Sig. Frederick, chiedo perdono, ma con tutta la mia franchezza sono all’oscuro di tutto.

    Sin da ora Le chiedo di accettare le mie scuse per quanto avvenuto, e sono disposto ad assumermi tutte le responsabilita’ del caso, anche se, purtroppo si tratta di un mio ormai ex collaboratore, che, pur di farmi pagare presunte mie colpe, non ha esitato a darmi l’ennesimo colpo proprio sul finire della sua collaborazione.

    Sono perfettamente conscio della cattiva pubblicita’ che tutto questo possa aver dato al nostro network e del fastidio che ha provocato in Lei.

    Del resto devo ringraziarLa per avermi dato la possibilita’ di rendermi conto dei rischi che ho corso e Le confesso, che in certo senso sono anche felice che tutto cio’ sia venuto subito a galla, senza ulteriori danni ad altri utenti ed iscritti, anche se comunque Le ribadisco ancora Le mie scuse, dato che non e’ nel nostro stile comportarci in quella maniera: Dio solo sa i sacrifici che sosteniamo per portare avanti le nostre idee.

    Le voglio dare un’ulteriore soddisfazione: fra un po’ di tempo, uscira’ la versione a pagamento del corso di followup marketing, e mi pregiero’ di omaggiarla ulteriormente con una copia.

    Le chiedo ancora un po’ di comprensione, non tanto per me, ma per lo meno per coloro che collaborano con me, i cui sacrifici potrebbero vanificarsi in un baleno, solo per le azioni di un individuo poco raccomandabile.

    Credo che anche Lei
    abbia un cuore!

    Grazie ancora
    Sergio Traversa

  4. Ringrazio il sig. Traversa per avermi porto le sue scuse sia pubbliche sia in privato.

    Non ritenendo giusto che l’azienda paghi per colpa di un collaboratore maldestro ho modificato la mia opinione iniziale.

    Ci tengo inoltre a porgere le scuse per mio il comportamento poco lucido che avrebbe potuto arrecare danno a chi effettivamente era all’oscuro di tutto.

    Frederick

  5. Voglio ringraziare ancora Frederick per la Sua comprensione e confermare che appena pronta, ricevera’ gratuitamente al suo indirizzo il link per scaricare la versione avanzata a pagamento del Corso di Followup Marketing.

    Sergio

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.