Ora puoi ordinare servizi professionali su Amazon|Weekly Shot ( 30 marzo – 2 aprile 2015)

Questa settimana Weekly Shot apre con l'ultima novità in casa Amazon: il nuovo servizio Home Services permetterà agli utenti di ordinare servizi professionali (e non più solo beni materiali). Daremo poi uno sguardo all'imminente update dell'algoritmo

Questa settimana in evidenza su WMTools Weekly Shot:

>> Amazon ora vende servizi professionali con Home Services

>> Project Spartan: arriva in anteprima il browser che sostituirà Explorer

>> Open Site Explorer aggiunge la funzione “Spam Analysis”

>> Tutto ciò che devi sapere sull’update dell’algoritmo “Mobile-friendly”

>> 10 Consigli pratici per usare la geolocalizzazione e raggiungere il tuo target

_________________________________________________________________________________________________________________

>> Ora puoi ordinare prestazioni professionali su Amazon

amazon-vende-prestazioni-professionali-con-home-services

Sei davanti al pc ed hai bisogno di un idraulico che venga subito a riparare il lavandino: ora Amazon ha la risposta giusta per te! Sì, perchè il colosso dell’e-commerce non si limiterà più a vendere beni fisici. Proprio in questi giorni  ha lanciato il nuovo servizio Home Services che consente agli utenti di prenotare servizi professionali come riparazioni, lezioni private o installazioni accedendo ad un elenco di professionisti presenti nella propria zona di residenza. Una vetrina di sicuro importante per tutti i professionisti intenzionati ad aumentare il proprio bacino di utenza che dovranno però garantire ad Amazon determinati criteri di qualità e serietà: informazioni chiare sui servizi proposti, elenco dettagliato di tutti i servizi offerti, prezzi ben evidenti che non diano spazio ad equivoci. Home Services è attualmente disponibile soltanto in alcune delle più grandi città degli Stati Uniti (San Francisco, Los Angeles, New York, …) e nelle prossime settimane scopriremo sicuramente se l’esperimento sarà ripetibile in altri paesi del mondo.

Approfondimento: Leggi il post di TNW per saperne di più sul lancio del nuovo servizio Amazon

_________________________________________________________________________________________________________________

>> Project Spartan inserito nell’anteprima tecnica di Windows 10

Dopo tante settimane di attesa e notizie incalzanti, oggi Project Spartan, il browser che sostituirà Internet Explorer e che vanta tra le sue peculiarità l’integrazione con Cortana (software di assistenza e riconoscimento vocale) e la possibilità di prendere appunti direttamente su una pagina web, adesso è scaricabile all’interno dell’ultima anteprima tecnica  di Windows 10.

Gli utenti che aderiscono al programma Windows Insider possono già accedere in anteprima al nuovo brower in versione desktop per scoprirne tutte le funzionalità e fare i primi test. Per farlo è necessario aver installato in precedenza l’anteprima tecnica di Windows 10.

_________________________________________________________________________________________________________________

>> Arriva la funzione Spam Analysis all’interno di Open Site Explorer

moz-presenta-la-funzione-spam-analysis

Moz ha appena annunciato l’arrivo di una nuova funzione (per gli utenti a pagamento) all’interno del famoso strumento di analisi dei backlink Open Site Explorer. Si tratta di “Spam Analysis”, funzione che attraverso l’analisi dei link che puntanto al tuo sito web mira ad individuare quelli maggiormente soggetti alle penalizzazioni di Google. Lo strumento di Moz classifica il rischio attraverso 17 diverse “flag” (equivalenti a 17 fattori unici di rischio penalizzazione) che associate ad un sito ne determinano l’effettivo rischio di essere penalizzato o bannato da Google. Per saperne di più sulla nuova funzione lanciata da Moz e sui test condotti nell’ultimo anno che hanno portato alla sua realizzazione leggi il post di Rand Fishkin pubblicato sul Blog ufficiale di Moz.

_________________________________________________________________________________________________________________

>> Mobile-Friendly: Cosa fare in vista dell’imminente update?

google-mobile-friendly-aggiornamento-2015

Qualche settimana fa Google ha ufficializzato l’imminente update dell’algoritmo che premierà nei risultati di ricerca le pagine ottimizzate per la navigazione da dispositivi mobile. Dal 21 aprile diventeranno quindi effettivi i nuovi criteri di indicizzazione delle pagine e già molto si è detto e certamente molto ancora si dovrà dire. In attesa dell’ora X Neil Patel prova a sintetizzare in un post pubblicato su Search Engine Land tutte le notizie trapelate nelle scorse settimane, suggerendo alcuni accorgimenti da tener presenti per non trovarsi impreparati davanti a quella che si preannuncia come una rivoluzione mobile su Google. E tu sei già pronto al cambiamento? 😉

_________________________________________________________________________________________________________________

>> 10 Consigli per usare la geolocalizzazione e raggiungere il tuo target

geolocalizzazione-10-consigli-per-raggiungere-il-tuo-target

Concludiamo Weekly Shot segnalandoti il post di Wesley Young che presenta 10 consigli pratici per raggiungere il tuo target attraverso campagne di marketing geolocalizzate, corredati da esempi e dati reali. Qui puoi leggere il post pubblicato da Search Engine Land.

_________________________________________________________________________________________________________________

Buon weekend dal Team di Madri Internet Marketing!

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.