Pubblicità e shopping in arrivo via RSS

feed-icon.jpg

Come tutti sappiamo i Feed RSS consentono all’utente di ottenere l’informazione che gli interessa senza dover effettuare una ricerca online nel senso tradizionale del termine, ovvero tramite browser. Le Rich Site Summary, dette anche Really Simple Sindication, sono infatti pagine web contenenti la lista degli ultimi articoli pubblicati sui siti di nostro interesse. Fino ad oggi, l’utente selezionava il sito di suo interesse e, iscrivendosi ai Feed RSS, veniva automaticamente informato circa le ultime novità pubblicate, senza dover accedere nuovamente al sito per controllare personalmente la presenza di nuovi articoli. Per l’utente, abbonarsi ai Feed RSS significava più o meno abbonandosi ad una newsletter, con il vantaggio di non dover lasciare il suo indirizzo email: questo significa che non incorreva nel rischio di vedersi recapitare posta indesiderata…

shopping-online.jpg

Ma noi tutti sappiamo anche che la pubblicità è l’anima di internet. Con l’incremento sempre maggiore degli abbonati ai Feed RSS, gli internet publisher si sono resi conto che le pubblicità presenti all’interno delle pagine web perdevano visibilità: a questo punto si è cominciato a pubblicare nei Feed solamente un estratto degli articoli, rimandando al sito web vero e proprio per la lettura integrale dei contenuti.

Con il passare del tempo questa soluzione non è più sembrata sufficente, tanto che si è arrivati all’inserimento di contenuti pubblicitari anche nei Feed: il meccanismo è lo stesso di AdSense, tanto che possiamo parlare di AdFeeds, con pagamento in formula pay per click o pay per impression (cioè ogni qualvolta l’articolo viene letto).
Insomma, al di là delle considerazioni pratiche, viene da chiedersi fino a che punto l’advertising contaminerà tutte le forme di diffusione dell’informazione sia online ma anche, perchè no, offline. Perchè la pubblicità funziona dove si presenta sotto forme nuove, poi comincia a passare inosservata…ed ecco che è indispensabile trovare nuove forme, nuovi modi, nuove soluzioni: perchè la parola chiave è visibilità.

E non finisce qui, perchè per gli appassionati di shopping online ora è possibile tenersi aggiornati attraverso gli RSS circa le novità presenti sui maggiori siti di vendita online, come Ebay, Amazon, Yahoo Shopping e via dicendo.

Trovo che questa continua interconnessione tra tecnologie e linguaggi sia molto interessante: l’aspetto fondamentale da non perdere mai di vista è che l’obiettivo finale di queste mutevoli dinamiche è sempre quello di spingere l’utente verso un’azione di acquisto di beni e prodotti. Occupandomi di copywriting mi sono resa conto come il linguaggio, le formule e le parole usate siano spesso alla base del successo nell’indurre l’utente a suddette azioni. Ma di questo argomento tratterò nell’articolo successivo.

scritto da Ilaria Scremin 

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.