Business: perchè scegliere la cultura dell’Ottimizzazione per la tua Azienda?

Ogni azienda si contraddistingue per una propria cultura organizzativa che si concretizza nei comportamenti e nelle relazioni tra i menbri del team, nel loro modo di lavorare e nelle relazioni interne e col mondo esterno. Una scelta saggia è quella di introdurre nella propria azienda una cultura della Sperimentazione e dell'Ottimizzazione. In questo post l'autrice Vaishali Jain di Visual Website Optimizer spiega come e perchè le aziende non dovrebbero mai trascurare l'importanza di un programma interno di ottimizzazione al fine di rendere il lavoro più produttivo, stimolante e redditizio.

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Ogni azienda si basa su un insieme di valori e convinzioni che formano la cosiddetta cultura aziendale e la riportano all’interno dell’organizzazione del lavoro. Questa cultura organizzativa può essere vista come il modo in cui i colleghi si relazionano tra di loro, il loro modo di lavorare, la realtà aziendale rispetto ad altre organizzazioni, la percezione che l’azienda ha del mondo esterno, ecc.

Uno schiacciante 84% dei partecipanti al sondaggio su Culture and Change Management condotto da Strategy&, ha affermato che la cultura è di fondamentale importanza per il successo di un’azienda.

E’ risaputo che grandi aziende come Apple e Google hanno tratto grandi benefici investendo in una propria cultura aziendale. Al contrario realtà come Blockbuster e JcPenney hanno perso il focus sulla cultura organizzativa e ne hanno pagato un prezzo pesante.

Quindi in quali valori culturali organizzativi dovrebbe investire un’azienda per avere successo?

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_heading]

Che tipo di Cultura organizzativa adottare in azienda?

[/mp_heading]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

I titolari d’azienda e i decision maker dovrebbero investire in una convinta cultura dell’innovazione e dell’ottimizzazione durante il loro ciclo di vita aziendale.

L’innovazione, come si suol dire, è il segno distintivo dell’imprenditorialità. Nelle prime fasi di sviluppo di una società sono proprio le idee creative e l’innovazione a dare una spinta verso risultati promettenti.  Passata questa prima fase, avendo individuato un mercato per il proprio prodotto, arriva il momento di ottimizzare. Quando il prodotto raggiunge la sua maturità ha bisogno di autosostenersi e continuare a generare profitto.

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_image id=”7926″ size=”full” link_type=”custom_url” link=”#” target=”false” caption=”false” align=”center”]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Perchè adottare una Cultura dell’Ottimizzazione?

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

L’ottimizzazione è letteralmente, come da dizionario “Il raggiungimento del risultato più vantaggioso possibile con i termini dati o in relazione ad un determinato fine “.

Per un prodotto maturo e ben gestito, il concetto di ottimizzazione dovrebbe essere applicato ad ogni aspetto del proprio Business. Che si ottimizzi il team, il funnel o il sito web, state certi che questo tipo di approccio porterà profitti maggiori. Ad esempio ottimizzando il sito web si possono ottenere più conversioni con lo stesso numero di visitatori; ottimizzando il team di lavoro si potrà ottenere maggiore produttività complessiva e maggior rendimento da ogni persona.

Una cultura dell’ottimizzazione è orientata verso miglioramenti incrementali, coerenti e privi di rischio per il raggiungimento di obiettivi esecutivi.

Ecco cosa ne pensa Tim Eyre di Big Leap:

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_image id=”7937″ size=”full” link_type=”custom_url” link=”#” target=”false” caption=”false” align=”left”]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Ora che abbiamo capito quanto sia importante la cultura dell’ottimizzazione all’interno di un’impresa, vediamo come incorporarla all’interno della tua organizzazione.

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_heading]

Come incorporare una Cultura dell’Ottimizzazione

[/mp_heading]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

. Essere Data-Driven

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Prima di iniziare ad ottimizzare i vari processi di Business bisogna un attimo fermarsi e fare il punto sulla situazione aziendale attuale per fissare dei parametri di riferimento utili ad apportare dei miglioramenti. Un buon programma di ottimizzazione dovrebbe partire non da considerazioni personali ma dall’analisi approfondita dei dati concreti in rapporto a ciò che vogliamo ottimizzare e agli obiettivi da raggiungere. Questo tipo di approccio dev’essere trasmesso ai dipendenti che dovranno riuscire a mettere da parte la propria soggettività per iniziare a convalidare le proprie decisioni basandosi sulla comprensione dei processi e sulla valutazione oggettiva dei dati. Questo tipo di comportamento renderà l’organizzazione del lavoro di sicuro più efficente.

Craig Smith, CEO di Trinity Insight dice:

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_image id=”7944″ size=”full” link_type=”custom_url” link=”#” target=”false” caption=”false” align=”left”]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_heading]

. Ottenere il Supporto del Top Management

[/mp_heading]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Come una cascata, la cultura aziendale scorre dall’alto verso il basso. E’ dunque compito del Top Management quello di inculcare una sana cultura aziendale fatta di sperimentazione e ottimizzazione. Gli investitori di un’impresa dovranno prendersi l’onere di mettere a disposizione dell’azienda un budget adeguato ai processi di ottimizzazione da effettuare all’interno dell’azienda. Il team può avere un ruolo chiave in questo processo sottoponendo al top manager i dati che dimostrano come l’ottimizzazione dei processi aziendali migliori il rendimento della squadra e i profitti, ben oltre gli sforzi (anche economici) messi in campo dall’alto. Ecco in che modo potresti influenzare le decisioni dei top manager:

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_list list_type=”disc” use_custom_text_color=”false” text_color=”#000000″ icon=”fa fa-star” use_custom_icon_color=”false” icon_color=”#000000″]

Evidenziando i potenziali miglioramenti
Presentando un’analisi della concorrenza
Mostrando il ROI

[/mp_list]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Se in particolare stai cercando di ottimizzare il sito web aziendale potrà esserti utile la lettura di questo post sull’importanza di introdurre un programma di Conversion Rate Optimization (CRO) all’interno della tua azienda.

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_heading]

. Coinvolgere il Team

[/mp_heading]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Mentre il compito del top management è quello di fornire risorse utili al programma di ottimizzazione, il successo del programma dipende dall’approccio del team che dovrà comprendere e accettare i vari passaggi del programma. E’ importante coinvolgere ogni membro del team, dando a tutti le basi per poter contribuire allo sviluppo del programma. A questo fine potrebbe essere utile organizzare delle sessioni formative per rivedere assieme le basi dell’ottimizzazione.

Ecco cosa ne pensa Michael Hellingstein di Fit Small Business:

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_image id=”7956″ size=”full” link_type=”custom_url” link=”#” target=”false” caption=”false” align=”left”]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Per motivare i membri del team e rendere più veloce ed efficace il loro lavoro è importante stabilire dei ruoli e degli incentivi che arrivino puntualmente. E’ inoltre utile organizzare almeno un incontro settimanale per analizzare lo stato di avanzamento del programma e lavorare insieme per garantirne il successo.

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

. Investire nei migliori Tools

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

Per far sì che il processo di ottimizzazione si svolga nel migliore nei modi, è necessario investire negli strumenti migliori al fine di semplificare il lavoro e rendere più vicino l’obiettivo da raggiungere.

Lo strumento da scegliere dipende dall’obiettivo che vuoi perseguire. Se ad esempio vuoi migliorare il processo di assunzione della tua azienda, investi in un tool per semplificare il processo di reclutamento; se invece vuoi ottimizzare il tuo sito web è consigliabile un tool per effettuare A/B Testing.

Usare gli strumenti giusti aiuterà ad automatizzare alcuni dei processi di ottimizzazione stabiliti dal tuo programma.

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]

[mp_row]

[mp_span col=”12″]

[mp_text]

 

Titolo originale del post “Why and how should enterprises adopt a culture of optimization” di Vaishali Jain

[/mp_text]

[/mp_span]

[/mp_row]