Venice Festival of Media

In questi giorni a Venezia (dal 15 al 18 aprile) sta avendo luogo il Venice Festival of Media, The first Global Festival of Media Creativity and Innovation: conferenze, workshop e discussioni inerenti i nuovi media, la pubblicità e soprattutto le nuove frontiere del web advertising.

Molti i nomi coinvolti, presenti alcuni dei top spender mondiali in fatto di advertising (uno fra tutti Procter&Gamble, ma anche Coca Cola, AT&T, Unilever..), e ovviamente gli addetti ai lavori (le agenzie, le concessionarie, i centri media, gli editori) molti dei quali appartenenti al mondo “virtuale” (Yahoo, AOL, Fullsix).

Le parole chiave di questo evento sembrano essere creatività e integrazione con il consumatore.

venice blog of media

Nel blog del sito ufficiale del Venice Festival of Media è possibile leggere in tempo reale alcune osservazioni su cosa viene detto.

Nel post intitolato Marketing in the 21st Century – the real Thing uno dei giornalisti del blog parla dell’intervento di Esther Lee, SVP & Chief Creative Officer del gruppo Coca Cola, che sottolinea l’importanza del contatto e della relazione con il consumatore.

Coca Cola Company spoke this morning about the challenges of trying to drive top line growth in a market where there is proliferation of products and media channels, whilst trying to connect with the consumer and how media agencies can help.
Outlining her key points for communication with the consumer she highlighted the need to achieve integrated communications and amplify the brand rather than repeat the message. She also said that engagement was key and that communication should be a meeting point between brands and consumers – creating a culture.

Ma nel blog è riportato anche che persino Coca Cola all’inizio non avesse colto le potenzialità virali del video della Diet Coke e Mentos (che da Youtube ha fatto il giro del mondo), arrivando a vederlo come un’opportunità e non come una minaccia solo in un secondo momento.

Nel pomeriggio di ieri c’è stato un grande dibattito sul search marketing e i social media. In particolare si è discusso dell’impatto di questi ultimi (quali ad esempio i social network e i blog) sulla ricerca. Ovviamente c’è stato interesse sulla recente acquisizione di DoubleClick da parte di Google.

Mixi

Fra i social media è stato nominato Mixi, un network sociale su invito, che ha letteralmente spopolato in Giappone (e non solo). Mentre Second Life non convince ancora. Si è discusso anche di come sia possibile per gli investitori sfruttare la capacità interattiva e di coinvolgimento dei nuovi media sociali.

Stamani il programma prevede a selection of top speakers and a panel of experts to cover how branded content will develop in the coming year. Ancora contenuti ma stavolta sponsorizzati.. Il pomeriggio invece prosegue con discussioni su adertising e entertainment, sul contrasto fra global e local media, sulle novità tecnologiche nella ricerca e tanto altro. Previsto anche un bell’intervento di due colossi dell’investimento pubblicitario: Unilever e Procter&Gamble.

Chissà cosa ne verrà fuori..

Scritto da Elena Farinelli

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.