Come leggono gli utenti nel web

Come Leggono Gli Utenti Nel Web ?

Intuitivamente ci arriviamo da soli: sul web si legge in maniera differente di quanto si faccia per un giornale, un magazine cartaceo, un libro.
Ci sono alcuni aspetti che immediatamente saltano all’occhio (è il caso di dirlo…):

  • Sul web la nostra velocità di lettura, o meglio sarebbe dire, la rapidità con cui decidiamo se una pagina ci interessa o no, è decisamente superiore che nella carta stampata; probabilmente perché cambiare giornale richiede un maggior sforzo che cambiare sito web (ricordiamo Jacob Nielsen – www.useit.com:”On the web your competitors is only a click away”) o forse perché siamo gustiamo il giornale anche al di là del suo contenuto, perché ci piace toccarlo, sfogliarlo.
  • Sul web abbiamo molto più bisogno di punti di riferimento per procedere (come link, menù, short lists, ecc) di quanto ne abbiamo per un giornale di carta; questo per la natura stessa dell’ipertesto che di per sé conduce ad una lettura non lineare, “a salti”.Rispetto ad un giornale abbiamo molte più alternative di lettura ma nel contempo abbiamo anche bisogno di una guida che sia qualcosa di più di un semplice sommario.
  • Per quanto riguarda le immagini si nota – anche senza bisogno di grandi ricerche – che nella carta stampata le gradiamo molto (pubblicità a parte…) perché spezzano la noia e la sequenzialità dei caratteri tipografici mentre nel web l’immagine – soprattutto se troppo invasiva, lenta da scaricare o che nasconde il contenuto che ci interessa – può diventare fastidiosa

Queste semplici considerazioni che ciascuno di noi può fare diventano osservazioni scientifiche se corroborate dai risultati di una ricerca.
In particolare l’edizione 2007 della ricerca Eyetrack del Poynter Institute conferma anche con dati quantitativi le differenze tra lettura su carta e lettura su web.
Ecco alcuni dei primi risultati resi noti:

  • Premettiamo che esistono due modi di leggere – uno lineare ovvero dalla prima all’ultima riga in modo sequenziale – ed altro chiamato “scanning” ovvero saltando velocemente con gli occhi da una riga all’altra alla ricerca di punti o parole chiave di interesse. Ebbene il 75% dei lettori di carta stampata appartiene alla prima categoria; Mentre per il web la situazione è 50 : 50
  • Se è vero che sul web la scelta se leggere o no è più veloce e selettiva, una volta presa la decisione, il lettore web è più “fedele”: nel 63% dei casi porta a termine la lettura, contro il 40% dei quotidiani ed il 36% dei periodici
  • sulla stampa cartacea sono i grandi titoli e le foto ad attirare tutta l’attenzione, sullo schermo gli elementi di navigazione come i menù, le short lists, le faqs, elementi che possono essere sia testuali che grafici

Queste considerazioni da sole ci fanno capire che la mera trasposizione di una pubblicazione cartacea – come un giornale o un depliant – sul web non è efficace perché il modo di leggere sul web è profondamente diverso rispetto che sulla carta stampata.
Quindi quando pensiamo ad un progetto per il web è necessario affidarsi strutture che abbiano al loro interno persone competenti come project manager e web copy che sono in grado di reimpostare i testi che abbiamo pubblicato su carta (depliant, brochure, house organ, ecc) per renderli fruibili dagli esigenti lettori del web.

2 Comments

  1. In un momento in cui immagini/foto, video ed audio (insomma, un po’ del “nuovo” Web 2.0) stanno guadagnando feedback positivi da parte dell’utenza, dire che “l’immagine può diventare fastidiosa” mi sembra azzardato…no?

  2. Aggregatore News sui Motori di Ricerca » Come leggono gli utenti nel web

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.