L’aggiornamento di un seo

Siamo alla fine di maggio: un mese denso di eventi, corsi e occasioni di formazione rivolti sia agli addetti ai lavori (seo, agenzie e responsabili marketing) che alle aziende.

Oggi si conclude il Ses a Milano: sulla rete si trovano già diversi post che cercano di trarre le fila del momento su come stia evolvendo il mondo del search engine optimization e search engine marketing.
Fra i tanti consiglio la lettura del blog di Salvatore Cariello e quello di Simone Carletti con le anticipazioni dei rispettivi interventi, le impressioni a caldo sul blog di Tsw, alcuni interventi riportati su Motoridiricerca.net (per esempio i dati Nielsen Ratings sull’utilizzo di Internet in Italia o le strategie di link building). Oltre ad alcuni post sul forum Gt.
Oltre al Ses nel mese di Maggio ci sono state altri eventi più o meno strutturati e corsi organizzati da diverse aziende, sia rivolti a grandi masse che a numeri ristretti. Sono scelte diverse, ma dettate da un comune motivo: formare le persone che internamente ed esternamente si occuperanno di dare maggior visibilità online alle aziende.
Le due edizioni di Seo Extreme (a Roma e a Milano) hanno riempito le platee di appassionati, professionisti, curiosi, aziende, aspiranti ed esperti seo. Consiglio la lettura del post di Mik (per Roma) e di Tagliaerbe (per Milano) oltre al thread sul forum Gt.
Altri (YoYo, Stogea) hanno optato per una formazione più ristretta, con gruppi ridotti di persone. Ma molto in profondità su alcuni aspetti.

Quel che emerge è che – nella primavera 2007 – c’è fermento, curiosità, aspettative e soprattutto c’è la voglia di capire come funzionano i motori di ricerca e come attuare la miglior strategia di web promotion.

Altro fattore da rilevare è la persistenza (se non aumento) di uno “sdoppiamento” di professionalità: se spesso a questi eventi ci sono partecipanti che non sanno niente di seo e si stanno avvicinando per la prima volta al settore, dall’altra ci sono anche persone che si occupano di seo da diverso tempo e possono trovare certi temi troppo di base. Se è vero che può essere soggettivo stabilire cosa sia base, advanced o extreme, è comunque vero che c’è una richiesta di maggior approfondimento di certe tematiche (dalla web analytics, al marketing mix online, al search advertising..) e molti non sono più disposti a pagare per sentirsi raccontare nozioni scontate. Segnalo comunque un’interessante discussione in merito..

Concludo con una sorta di cloud ..

Le parole più sentite in questi eventi, oltre a web 2.0: social media, user generated content, web analysis, keyword advertising, feed RSS, video, corporate blog, landing page, conversion, search engine copywriting.

Scritto da Elena Farinelli

One Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.