Tendenze dell’advertising online

Dopo l’ottima intervista a Maurizio Sala (vice presidente Armando Testa e presidente dell’Art directors Club) che parlava di creatività e di nuove forme di pubblicità, ecco la video intervista a Layla Pavone, presidentessa di IAB Italia.

Nella recente e ottima ristrutturazione che ha visto protagonista il portale Daily online è stato deciso di inserire ogni settimana video interviste ai principali player del settore. In questi giorni è presente sul sito l’intervista a Layla Pavone che parla di advertising online.

video intervista layla pavone

Riportando le stime di Upa (Utenti Pubblicità Associati), ci si aspetta per il 2007 una crescita del 35,1% in termini di investimenti pubblicitari. Ma Layla Pavone va oltre, azzardando addirittura un 40-50% di trend in crescita.

Secondo l’Osservatorio Fcp-Assointernet e IAB Italia già nel 2006 c’era stata una forte crescita, di circa il 43%, che aveva visto crescere soprattutto gli investimenti in ad banner, sponsorizzazioni e bottoni, seguiti da sms, email e newsletter e infine keyword advertising. Parlando di cifre se a gennaio 2006 gli ad banner avevano portato un fatturato di appena 3,5 milioni di euro, a dicembre 2006 già avevano superato i 10 milioni di euro. Gli investimenti in banner & C sono solo una parte dei circa 216 milioni di euro investiti come spesa pubblicitaria su internet nel 2006.

Tornando alla video intervista, Layla Pavone parla anche di come stiano cambiando gli utenti/consumatori e le pubblicità. Il cambiamento è legato all’evoluzione delle nuove tecnologie, non solo Internet.

Il consumatore vuole essere protagonista, vuole decidere, vuole gestire la conversazione digitale (notare come non si parla più di pubblicità ma di conversazione, o meglio di engagment) ovvero di un dialogo fra aziende e consumatori che sia chiaro, trasparente.

L’intervista prosegue con una serie di considerazioni sui rischi delle imprese che investono in Rete – più che di rischi bisogna parlare di voglia di esplorare – azzerati dalla possibilità di misurare e ottimizzare il piano di comunicazione online (e intervenire in tempo reale). E infine si chiude con una panoramica della crescita di Iab Italia.

scritto da Elena Farinelli

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.