[Usabilità] Consigli pratici per un sito accessibile dagli utenti dislessici

Sai che il 20% degli utenti che visitano il tuo sito potrebbero essere dislessici? Questa riflessione comporta una necessità: quella di organizzare i contenuti del proprio sito in maniera tale da renderli facilmente accessibili da un pubblico affetto dai problemi più comuni della dislessia (difficoltà a distinguere parole, lettere e numeri). Segui questi consigli pratici per ottenere una migliore user experience sul tuo sito.

Un visitatore su cinque del tuo sito potrebbe essere dislessico. Cio’ significa che se i tuoi contenuti sulle pagine non sono organizzati tenendo in mente le particolari esigenze di questi utenti, stai perdendo circa il 20% dei potenziali clienti.

Una progettazione efficace per la dislessia puo’ essere complessa dato che ci sono in ballo diverse variabili e bisogna considerare tutti quegli effetti visivi che possono disturbare l’esperienza dell’utente dislessico che naviga sul tuo sito. Cosa fare quindi per rendere i tuoi contenuti accessibili a tutti? Abbiamo pensato di suggerirti alcuni accorgimenti da seguire per migliorare l’esperienza utente legata alla dislessia.

Cos’e’ la Dislessia?

La dislessia è un disturbo neurologico classificato tra i disturbi specifici dell’apprendimento caratterizzata da problemi come la difficoltà ad identificare caratteri, parole e frasi visualizzati su un foglio o su uno schermo. Ci sono tre principali tipi di dislessia:

>> Disgrafia: si manifesta come difficoltà nella scrittura di segni alfabetici e numerici

>>  Disortografia: si traduce nella difficoltà di trasformare il linguaggio parlato in linguaggio scritto

  >> Discalculia: si manifesta come difficoltà nell’apprendimento del sistema dei numeri

Quali errori bisogna evitare quando si progetta un sito accessibile dai dislessici?

Purtroppo non esiste una soluzione adatta a tutti quando si progetta una user esperience per gli utenti dislessici.  Questo succede perchè la dislessia può manifestarsi in varie forme ed impatta in modo diverso la lettura, la scrittura e/o la capacita’ ortografica di ogni singola persona.

Ci sono tre principali distorsioni visive che possono disturbare l’esperienza dell’utente dislessico e che potremmo definire come effetto fiume, effetto turbine ed effetto sfocatura.

1. L’Effetto fiume (causa comune: troppo spazio bianco sulla pagina)

Come i dislessici vedono una pagina web

Questo effetto e’ il risultato della troppa spaziatura tra caratteri o parole nel corpo di un testo. Per gli utenti dislessici questo potrebbe tradursi nella visualizzazione di parti della pagina con grandi spazi bianchi e con lettere o parole che sembrano scorrere verso il fondo della pagina, come un fiume. Alcuni errori di progettazione del sito potrebbero portare l’utente dislessico ad avere questo tipo di disturbo visivo.

Quali sono gli errori da evitare?

> L’allineamento del testo giustificato: potrebbe essere difficile da leggere perchè crea degli spazi ampi ed irregolari tra le parole e le lettere. L’utente potrebbe perdere il segno durante la lettura del paragrafo.

> Doppia spaziatura dopo il punto: crea spazi irregolari e aggiunge troppo spazio bianco dopo il punto, cosa che potrebbe provocare l’effetto fiume durante la lettura.

Quali accorgimenti usare nella progettazione del sito?

> Scegliere Layout strutturati: più struttura hai sul tuo documento, più semplice sarà da leggere. Usa titoli chiari, citazioni e virgolettati, elenchi puntati, dove possibile, per migliorare la leggibilità della pagina.

> Scegliere una struttura a colonne: più il testo si estende da una parte all’altra della pagina, meno sarà leggibile. Meglio circoscrivere. Una buona regola da seguire è quella di prevedere colonne di testo con non più di 80 caratteri per linea.

> Usare l’interlinea singola dopo il punto: grazie a questo piccolo accorgimento si ridurrà lo spazio bianco sulla pagina riducendo i problemi di lettura.

2. L’effetto turbine (causa comune: troppe parole sulla pagina)

effetto-visivo-distorto-per-i-dislessici

La distorsione visiva puo’ far apparire il testo sfocato, come se stesse turbinando sulla pagina o fosse compresso. Come puoi immaginare, un testo visualizzato così richiede molti sforzi per essere letto essendo piu’ difficile concentrarsi sulle parole presenti nella pagina.

Quali sono gli errori da evitare?

o             Un testo fitto scritto in nero su uno sfondo bianchissimo

Il forte contrasto tra lo sfondo molto bianco ed il testo nero puo’ apparire troppo intenso agli utenti del tuo sito, aggiungendo ulteriori difficoltà alla lettura.

o             Paragrafi molto lunghi

I paragrafi piu’ lunghi danno piu’ facilmente agli utenti la sensazione di aver ‘perso’ il segno perche’ le parole potrebbero apparire compresse o sovrapposte.

Quali accorgimenti usare nella progettazione del sito?

o             Scrivere frasi brevi e semplici

Scrivi frasi brevi e, ove possibile, usa anche parole piu’ corte: non usare termini complessi dove quelli piu’ semplici possono bastare a rendere il senso della frase.

 o             Evitare forti contrasti di colori

Leggere un sito con un forte contrasto di colori e’ difficile. Utilizza uno sfondo bianco sporco, grigio tenue o marroncino ed usa un carattere grigio scuro invece che nero.

 3. L’effetto sfocatura (causa comune: troppa formattazione)

distorsione-visiva-testo-per-i-dislessici

A causa di questa distorsione visiva gli utenti potrebbero vedere il testo come sfocato ed indistinto. Cio’ rallenta la velocita’ di lettura e per alcuni lettori potrebbe rendere piu’ difficoltoso distinguere certe parole.

Cosa si deve evitare?

o             I caratteri Serif

Come saprai sono quei caratteri che presentano degli allungamenti ortogonali (le “grazie”) nei tratti finali delle lettere. Possono essere visivamente attraenti, ma possono diventare un incubo per chi legge. Questo perche’ distorcono la forma delle lettere, e le fanno apparire come se fossero attaccate le une alle altre.

o             Usare il corsivo

Il corsivo viene spesso usato per evidenziare un testo ma per alcuni utenti potrebbe risultare difficile da leggere perche’ le lettere seguono linee irregolari rispetto ai caratteri normali.

Cosa si può fare invece?

o             Usare i Safe font

Prova ad usare caratteri come Opendyslexic per migliorare la leggibilità del testo. Potrebbe non funzionare per tutti gli utenti, ma generalmente e’ un carattere facile da leggere. Qualsiasi cosa tu faccia, evita a tutti i costi di usare caratteri serif perche’ sono i piu’ difficili da seguire.

o         Non formattare eccessivamente il testo

Utilizza il grassetto per enfatizzare invece del corsivo o della sottolineatura, per migliorare la leggibilità.

Conclusioni

Quando decidi di progettare un sito facilmente navigabile da utenti dislessici, ricordati che non è di certo facile e che non esiste una soluzione univoca al problema tale da soddisfare tutti. L’elemento più importante da attenzionare è quello legato agli aspetti tipografici della pagina e alla spaziatura, prevedendo il minor spazio bianco possibile tra caratteri e parole. Non esiste una soluzione certa in una progettazione di questo tipo, ma i piccoli accorgimenti che ti abbiamo suggerito potrebbero evitare le più comuni distorsioni visive e migliorare l’esperienza utente.

_______________________________________________________________________________________________________________

Approfondimenti: Link interessanti sulla Dislessia

> Un tipografo ha creato un font che simula la frustrazione che può provocare la dislessia

> Alcune idee sbagliate sulla dislessia

> Alcuni tool e app per la dislessia

> Un test online sui sintomi della dislessia

Post tratto da How to Design for Dislexia di Netania Engelbrecht

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.