Turismo e web: i peggiori e i migliori hotel al mondo secondo Tripadvisor

classifica tripadvisorUn tempo c’erano le guide cartacee e il passaparola a voce. Oggi ci sono i commenti e le recensioni dei turisti. E c’è Tripadvisor, un colosso da oltre 25 milioni di visitatori al mese (dei quali quasi la metà registrati) e la bellezza di 20 milioni di recensioni scritte dai turisti. Un hotel o una struttura ricettiva che vuole lavorare nel 2009 deve farci i conti (e purtroppo spesso non è così).

E’ di qualche giorno fa la pubblicazione del Travellers’ Choice Awards 2009 di Tripadvisor che elenca i migliori e i peggiori hotel al mondo secondo diversi criteri, in base alla combinazione dell’indice di popolarità (un algoritmo proprietario del sito che viene calcolato sulle recensioni e gli articoli pubblicati sia su Tripadvisor che su altri siti) e delle graduatorie stilate dai viaggiatori della community.

Nella graduatoria sono elencati gli hotel con le Migliori tariffe, gli hotel ideali per famiglie, i Tesori nascosti, le migliori Pensioni e bed&breakfast, i Migliori Hotel di lusso, gli hotel più romantici, i migliori Hotel “all inclusive” e le Catene alberghiere.

Ma accanto ai posti incantevoli come l’ Hotel Davanzati di Firenze segnalato fra i tesori nascosti, oppure l’Hotel Vecchio Asilo di S.Gimignano apprezzato come rapporto prezzo/qualità, che hanno ricevuto recensioni positive, ci sono anche quelli votati come i peggiori. Vediamo i peggiori hotel in Italia, secondo i lettori di Tripadvisor:

1. Hotel Nizza, Roma (“Il pavimento non è mai stato pulito in sei giorni, e il copriletto era talmente sporco che abbiamo passato la notte cercando di non sfiorarlo”)
2. Hotel Anglo Americano, Roma (“Pessime condizioni della stanza: sporca, senza acqua calda, rumori di tubature insopportabili)
3. Repubblica Hotel, Roma (“La doccia della stanza era coperta da funghi verdi e neri, assolutamente disgustosi”)
4. Hotel Club Florence, Firenze (“Fatiscente e mal tenuto: materassi sfondati, reti cigolanti, climatizzatore guasto, tv d’epoca, lampadine bruciate”)
5. Piccolo Hotel Il Palio, Siena (“La doccia era così piena di germi che non abbiamo avuto il coraggio di entrarci”)
6. Hotel Ascot Florence, Firenze (“Se avete a cuore la vostra salute non andateci!”)
7. Blue Paradise Resort, Parghelia Vibo Valentia (“Cucina pessima, servizio scadente, pulizia scarsa e camere orribili: una vacanza da incubo”)
8. Casa Olmata, Roma (“Il peggior posto dove io abbia mai alloggiato durante i miei due mesi di vacanza in Italia”)
9. Hotel Guelfa, Firenze (“Moquette mal tenuta e bagno esterno alla camera, scarsa pulizia”)
10. Hotel Delle Nazioni, Milano (“La maniglia del bagno si staccava e il poggia doccia non reggeva”)

C’è da domandarsi come potranno reagire a livello di web marketing queste strutture, ammesso che ne siano consapevoli, di fronte a questa visibilità in negativo. Di sicuro il turismo sta cambiando modalità di promozione e non si può non tenerne conto. Quel che temo è che molti albergatori siano impreparati a entrare nella conversazione.

21 Comments

  1. Ciao elena,
    sicuramente buona parte degli albergatori non sono ancora disposti a confrontarsi con gli ospiti post-vacanza.
    Il modo migliore per affrontare la cattiva pubblicità rimane quella di ribattere, a ragion veduta, tutti post negativi e lavora di più off-line 🙂
    Penso però che altro sul web non si possa fare dopo una brutta recensione su Tripadvisor.
    Magari una bella reazione è quella che ha avuto la catena Marriott creando un blog.

    ciao
    ste

  2. » Tripadvisor pubblica la classifica 2008

  3. pligg.com

  4. Tripadvisor è un sito NON veritiero!
    Quando saranno in grado di rispondere a questi quesiti forse varrà la pena prenderlo in considerazione:

    1) come fanno a CERTIFICARE che chi scrive ha EFFETTIVAMENTE soggiornato nella struttura oggetto di recensione ?
    2) come fanno a GARANTIRE che a scrivere non sia un FALSO ospite o un concorrente o un burlone ?
    3) come fate ad ASSICURARE che il relato dal “potenziale” ospite, sia confacente all’accaduto ?
    4) e soprattutto: su quale principio mostrano dati sensibili della struttura come nome, indirizzo, foto e dettagli quando NON HANNO MAI RICEVUTO UNA LIBERATORIA SCRITTA a tale scopo?!

    Ultimo appunto: tripadvisor NON è un sito gratuito: appartiene ad Expedia e il loro profitto proviene chiaramente dalle prenotazioni che vengono generate all’interno dei siti specchio di expedia, all’interno di tripadvisor!

    E poi ultimo dubbio: chi assicura l’utenza che tripadvisor non “moderi” con più attenzione ( consenta la “generazione” di recensioni positive ) le strutture che sono prenotabili con i siti di Expedia , mentre penalizzi quelle che non lo sono, pubblicando solo giudizi negativi?

    I signori di Tripadvisor sono invitati a dare delle risposte, anche perchè NON esiste sul sito ITALIANO tripadvisor.it una sede, operativa con un numero di telefono italiano e i nominativi dei responsabili…e questa la dice lunga sulla trasparenza di questo sito!

  5. è l’unico sito che esiste del genere…su oltre 40 viaggi che ho fatto l ho trovato utile..
    e poi diciamocelo…le foto parlano..quegli hotel nella lista dei peggiori hanno tutti foto scattate da utenti…fanno veramente schifo!!!
    le foto parlano!!

  6. Come spesso accade credo che la verità stia nel mezzo … AllaDolceVita solleva quesiti sensati ed intelligenti … per contro Tripadvisor a dispetto della sua scarsa trasparenza è ritenuto affidabile da ormai parecchi anni perchè (se non sempre spesso), offre recensioni aderenti alla realt … ovvio che se di un albergo si trova un’unica recensione si può diffidare, quando le recensioni sono 100 o 1000 pensare che siano tutte false diventa difficle! 😉

  7. Ho un piccolo BB in Puglia e sapete quanta gente è venuta a chiedere “AIUTO!” perchè scappavano da un hotel che faceva davvero pietà?

    Ho cercato questo hotel (non faccio nomi) su tripadvisor e le lamentele erano vere!

  8. Non me ne meraviglio Lucia … io scelgo spesso gli hotel secondo Tripadvisor e noto una sorprendente aderenza tra quanto trovo scritto sul sito e i fatti reali! 😉
    ciao – Tigullioweb

  9. …a tutti coloro che si fidano di Tripadvisor…ma lo sapete che le recensioni più falsificate sono quelle POSITIVE e non quelle NEGATIVE che nella maggior parte dei casi, quando ANONIME, sono false diffamanti e non imparziali…altrimenti quale ragione per nascondersi?
    ….per i fan sfegatati del teatrino Tripadvisor : se foste consci che ciò che leggete , nel bene e nel male , sia falso, a che cosa vi servirebbe?

  10. Ma perchè questo accanimento negativo verso Tripadvisor (alladolcevita) poni quesiti…. fai accuse….. ma non dici in quale occasione (se sei un utente medio come la maggior parte dei frequentatori di trip..) hai avuto la bella sorpresa di trovarti dinanzi ad un hotel “positivo” quando le recensione erano false; ma anche qualsiasi altra verifica da pubblicare. Se sei il proprietario di una struttura registrati sul sito e se hai ragione ribatti. Tripadvisor non è l’unico portale del “genere” ce ne sono svariati. Io sono un viaggiatore medio, consulto siti di prenotazione, forum di opinione e PUBBLICO le mie opinioni circa le strutture visitate, e le ho trovate tutte le mie recensioni, anche quelle NEGATIVE.
    Che dire….. il passaparola è il miglior mezzo per raggiungere obiettivi come giusto rapporto qualità/prezzo, soddisfazione del servizio, vacanza non rovinata.

  11. Sig.ra Lucia,
    …forse intendeva scrivere che lei è una VIAGGIATRICE, pittosto che un viaggiatore…se veramente si chiama Lucia e non lavora per Expedia 🙂
    Ma le ha lette attentamente le domande poste?
    Perchè non prova lei a dare delle risposte?
    Ma lo sa che Tripadvisor.it è un sito ABUSIVO denunciato all’ANTITRUST Italiano?
    …e secondo lei perchè dovrei registrarmi su un sito ABUSIVO ed avallare questo teatrino di falsità per andare a rispondere ad utenti che rimangono ANONIMI?
    Lei quando scrive recensioni si identifica o rimane anonima/o?
    Lei come viaggiatrORE-ice, se leggesse del contenuto “offerto gratis” come VERITIERO ed invece è MANIPOLATO e FALSO, che vantaggio avrebbe?
    Ma lei come viaggiatrice cerca la verità o di leggere pubblicità ingannevole ?
    Attendio fiducioso le sue risposte.
    …e non scordi una cosa…TRIPADVISOR APPARTIENE AD EXPEDIA!
    Cordialità
    Alla dolce Vita

  12. Sono iscritto da anni a Tripadvisor, viaggio molto e trovo le recensioni utilissime e veritiere. A volte scrivo anch’io i miei commenti, che sono sempre stati pubblicati eccetto una volta che avevo dato un titolo un po’ pesante alla recensione di un gettonatissimo (e poco convincente) ristorante romano. Ho cambiato titolo, e la recensione è stata debitamente pubblicata.

    A me piace e sono grato a tutti coloro che prendono il tempo di contribuire al sito, anche se per chi non sa far bene il proprio lavoro può essere fastidioso leggere le proprie magagne.

  13. Diciamo che non ha senso di parlare bene o male di TripAdvisor. Ci sono quelli che si fidano e quelli che non si fidano delle recensioni e/o post pubblicati.
    Il problema e diverso … la cosa che non mi piace assolutamente e che non si riesce a contattare la redazione per poter diffendersi.

    E tra l’altro e appena uscita la classifica degli hotel per il 2011 … ed ha vinto l’hotel U Zlate Studne a Praga. Con tutto il rispetto nei confronti del servizio fornito da questo albergo veramente non credo che sia il migliore nel mondo!

  14. ciao,
    io consulto spesso tripadvisor anche perchè come detto su spesso le pessime recensioni sono corredate da foto abbastanza realistiche!
    cmq….sono una viaggiatrice accanita (low burget dal momento che vista la frequenza con cui li faccio ed il mio misero stipendio non posso fare altrimanti) e siceramente prima di prenotare un hotel mi documento perchè un posto sudicio potrebbe rovinare la mia vacanza!consulto google,paragono il guidizio di trip,quello di booking e diari di viaggio e il 99% delle volte coincidono tutti i commenti e non mi venite a dire che sono i concorrenti scorretti che li scrivono perchè non è possibile!quindi il modo corretto è fare ricerche incrociate per evitare fregature!d’altra parte ho diritto anche io pagando a sapere dove vado a finire!ciao a tutti

  15. …diritto all’informazione sacrosanto.
    Ma ritenere Tripadvisor una fonte affidabile è veramente da ingenui!
    EXPEDIA possiede, controlla e gestisce TRIPADVISOR.

    Expedia vende camere.
    Tripadvisor vende REPUTAZIONE.
    La reputazione fa vendere le camere.
    …chiaro il concetto?!

    Expedia arriva a chiedere anche oltre il 30% sulla prenotazione andata a buon fine….però tramite Tripadvisor riesce a “GARANTIRE” un bel flusso di prenotazioni….perchè la reputazione che viene COSTRUITA consente ciò….e chi non si piega a questa sporca politica ha solo recensioni negative….

    QUESTA E’ PUBBLICITA’ INGANNEVOLE!

    Tripadvior è uno strumento di Expedia!

    e per chi ancora avesse dubbi: http://www.timesonline.co.uk/tol/travel/news/article6583450.ece

  16. ….e ora che Tripadvisor è sotto analisi del garante dellaprivacy?!?! Dove sono i fan sfegatati?! SE c’è crisi nel turismo e molte agenzie hanno chiuso,così come i tour operator è perchè operatori scorretti hanno potuto operare in barba a tutte le leggi , senza responsabilità civili, penali e fiscali…

  17. Io sono un recensore d TripAdvisor. …I miei commenti sono veritieri. ..non invento niente e non ho amici albergatori. ..e garantisco che molte recensioni di hotel rispecchiano la realtà, avendo io girato molti posti e conoscendo molti hotel…anzi…io stessa prima d prenotare un hotel mi informo su TripAdvisor e poi sul posto trovo che rispecchia tutto…

  18. tra le varie considerazioni, una tra le quali che su 40milioni o più recensioni almeno metà sono fasulle (!) , spiegatemi come mai su TripAdvisor certe strutture valutate mediamente maluccio poi su Booking.com (assolutamente più controllato) hanno medie migliori invece!!! Molte prenotazioni arrivano da Booking e molte da Expedia. Entrambi hanno possibilità di lasciare recensioni… PERCHÈ allora andare a scrivere su un altro sito, T.A. appunto?? in completo anonimato e fuori controllo! A me albergatore NON interessa che molte recensioni siano reali xchè alle stesse corrispondono altrettante (se non più!) fasulle. Allora è bene che la gente lo sappia. Anche xchè secondo me tanti utenti non le leggono nemmeno, se no non si spiegherebbero le solite banali e ripetitive recensioni, con dati INUTILI tipo “camera piccola etc…” quando basta vedere le sole foto proposte on-line dalle strutture stesse per capirlo prim’ancora di soggiornare!! pretendere e avvantaggiarsi spesso di prezzi ridicolmente bassi e lamentarsi pure dopo, se non si hanno servizi da 5 stelle o tutto incluso!!! T.A. è tra i siti meno seri esistenti e MI STUPISCO di quelli che ne parlano come fosse Bibbia! ridicolo, scusate eh ma è così.

  19. Nessuno al mondo è in grado di sapere quante recensioni siano state lasciate da veri viaggiatori, quante da concorrenti sleali e quante da AGENZIE CHE VENDONO PACCHETTI DI RECENSIONI….allora !?!

    TripAdvisor sta svuotando di valore anche le recensioni vere lasciate dai viaggiatori non facendo niente per certificare che chi ha scritto ha realmente soggiornato…una BUFFONATA GALATTICA!

  20. …PS
    E’ interessante leggere questo articolo ( precedentemente segnalato sul collegamento http://www.timesonline.co.uk/tol/travel/news/article6583450.ece ma ora no più visibile ) che già nel 2009 (!!!) denunciava Expedia-Tripadvisor ( l’ultimo capoverso riassume questo cancro del turismo ):

    Who’s really writing the reviews on TripAdvisor?
    Chris Haslam asks the question of the hotel review site
    Chris Haslam
    Follow Chris Haslam on Twitter
    A row has broken out over the reliability of the hotel-review website TripAdvisor, with hoteliers alleging that the market-leading giant is no longer capable of policing its own content.
    With 25m user-generated reviews and opinions on more than 490,000 hotels and attractions worldwide, and with more than 11m registered members, the Expedia-owned website has become a hugely powerful marketing tool, with many hotels admitting that the majority of their bookings come either directly or indirectly via the site.
    But in the current grim economic climate, with businesses fighting harder than ever for a share of the dwindling market, a dirty war has broken out with hotels and restaurants using the site to attack rivals or boost their own ratings by posting fake reviews.
    Di Beach, who runs the Los Castaños hotel, near Ronda, in southern Spain, is one of the victims. Until a fortnight ago, her property was ranked number one on TripAdvisor’s Ronda listings, a lucrative position that she says brought in “90%” of her business.
    But when a rival hotelier allegedly questioned the authenticity of her latest appraisals, TripAdvisor blocked them, posting in their place a critical review that sent her ratings — and her bookings — tumbling.
    “What worries me is that this reviewer claims to have stayed here in May 2008,” says Di. “My register says he didn’t. There’s definitely something wrong at TripAdvisor.”
    TripAdvisor, which says it catches “the vast majority of fraudulent reviews”, claims every submission is scrutinised by a “team of quality- assurance specialists”, and that hotels caught subverting the system are flagged up with red warning messages.
    Although TripAdvisor administrators said they could not say exactly how many properties had been caught abusing the site, a search by The Sunday Times found fewer than 30 red-flagged hotels worldwide, suggesting that either an infinitesimal number of TripAdvisor’s 490,000 featured properties are posting fake reviews or that many more are slipping through the net.
    “The system is laughably easy to manipulate,” said a former West Country hotelier who asked not to be named. “We were ranked in the top 10 for the entire summer before I sold the property, and I wrote every single review. I was even approached by PR firms offering to write my reviews for me. It’s not hard to cover your tracks.”

  21. TripAdvisor è un grande calderone indistinguibile di contenuti FALSI e contenuti Veri…nessuno è in grado di distinguere questi contenuti…nemmeno TripAdvisor che pubblica tutto!
    ….infatti prosperano le società di “Servizi” che vendono pacchetti di recensioni….tutto il resto è fuffa!

    PS siccome l’articolo sopra citato non è più visibile a quell’indirizo ( http://www.timesonline.co.uk/tol/travel/news/article6583450.ece ) questo è il contenuto ( e l’ultimo capoverso spiega tutto!):

    Who’s really writing the reviews on TripAdvisor?
    Chris Haslam asks the question of the hotel review site
    Chris Haslam
    Follow Chris Haslam on Twitter
    A row has broken out over the reliability of the hotel-review website TripAdvisor, with hoteliers alleging that the market-leading giant is no longer capable of policing its own content.
    With 25m user-generated reviews and opinions on more than 490,000 hotels and attractions worldwide, and with more than 11m registered members, the Expedia-owned website has become a hugely powerful marketing tool, with many hotels admitting that the majority of their bookings come either directly or indirectly via the site.
    But in the current grim economic climate, with businesses fighting harder than ever for a share of the dwindling market, a dirty war has broken out with hotels and restaurants using the site to attack rivals or boost their own ratings by posting fake reviews.
    Di Beach, who runs the Los Castaños hotel, near Ronda, in southern Spain, is one of the victims. Until a fortnight ago, her property was ranked number one on TripAdvisor’s Ronda listings, a lucrative position that she says brought in “90%” of her business.
    But when a rival hotelier allegedly questioned the authenticity of her latest appraisals, TripAdvisor blocked them, posting in their place a critical review that sent her ratings — and her bookings — tumbling.
    “What worries me is that this reviewer claims to have stayed here in May 2008,” says Di. “My register says he didn’t. There’s definitely something wrong at TripAdvisor.”
    TripAdvisor, which says it catches “the vast majority of fraudulent reviews”, claims every submission is scrutinised by a “team of quality- assurance specialists”, and that hotels caught subverting the system are flagged up with red warning messages.
    Although TripAdvisor administrators said they could not say exactly how many properties had been caught abusing the site, a search by The Sunday Times found fewer than 30 red-flagged hotels worldwide, suggesting that either an infinitesimal number of TripAdvisor’s 490,000 featured properties are posting fake reviews or that many more are slipping through the net.
    “The system is laughably easy to manipulate,” said a former West Country hotelier who asked not to be named. “We were ranked in the top 10 for the entire summer before I sold the property, and I wrote every single review. I was even approached by PR firms offering to write my reviews for me. It’s not hard to cover your tracks.”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.